Agcom, da oggi nuove regole sul diritto d'autore online

Pubblicato il: 31/03/2014
Autore: Redazione ChanelCity

Elemento centrale del nuovo regolamento è che ogni cittadino ha la possibilità di denunciare all'autorità un sito internet per una presunta violazione del diritto d'autore. Per l’invio delle istanze e la loro gestione è stata predisposta un’area dedicata che è resa accessibile dal sito web dell’Autorità o direttamente dall’indirizzo www.ddaonline.it

Oggi, lunedì 31 marzo, è entrato in vigore il nuovo regolamento sul tema della tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica approvato dal Consiglio dell’Autorità lo scorso 12 dicembre.
Elemento centrale del nuovo regolamento è che ogni cittadino ha la possibilità di denunciare all'autorità un sito internet per una presunta violazione del diritto d'autore. Per l’invio delle istanze e la loro gestione è stata predisposta un’area dedicata che è resa accessibile dal sito web dell’Autorità o direttamente dall’indirizzo www.ddaonline.it
Il sistema prevede una procedura specifica interamente telematica, in linea con quanto stabilito dal Codice dell’Amministrazione digitale. Per assistere e guidare chi voglia segnalare all’Autorità presunte violazioni e avviare così l’iter previsto dal regolamento, saranno disponibili online un manuale d’uso e una guida alla compilazione del webform. Come detto il regolamento Agcom non si rivolge solo alle grandi multinazionali dell'intrattenimento o alle loro associazioni, ma a chiunque vuole rivendicare la paternità di un contenuto pubblicato da qualcun altro.

Qualora la segnalazione sia giustificata, i funzionari dell’Ufficio diritti digitali dell’Agcom invieranno al gestore della pagina che ospita il contenuto incriminato una richiesta di rimozione spontanea del contenuto. Per farlo vengono dati 5 giorni di tempo, nel corso dei quali il responsabile che ha caricato il contenuto "illegalmente" può presentare le proprie ragioni all'Agcom e chiedere quindi che l'autorità ritiri il provvedimento di rimozione. Se la richiesta viene respinta o dopo i 5 giorni non viene effettuata alcuna azione da parte del gestore allora l'autorità farà rimuovere forzatamente il contenuto o procederà all' oscuramento della pagina che ospita il contenuto.

Categorie: Attualità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota