Quale futuro per Windows Phone?

Pubblicato il: 10/07/2015
Autore: Piero Macrì

Dopo l'annuncio del taglio di 7.800 dipendenti, il Ceo di Microsoft ridimensiona le ambizioni del comparto smartphone e afferma di voler focalizzarsi soprattutto sui clienti aziendali.

Alla ricerca di un equlibrio finanziario e di una crescita sostenibile per il business mobile, Microsoft annuncia il taglio di 7.800 dipendenti, operazione che segue il taglio di 18.000 posti di lavoro compiuto nel 2014. Se a livello globale il mobile computing genera nuova occupazione, non si può certo dire che altrettanto accada in Microsoft. Il valore dell'acquisizione di Nokia, pari a quasi 10 miliardi di dollari, viene diluito atttaverso tagli di personale.
Si riducono così le ambizioni di Microsoft sul fronte mobile: dall'acquisizione di Nokia è apparso chiaro che riuscire a competere con Apple e Samsung è più difficile di quello che si poteva immaginare. Satya Nadella, Ceo di Microsoft, nella mail inviata ai dipendenti, ridimensiona il target e afferma di voler focalizzarsi soprattutto sui clienti aziendali: "....we need to focus our phone efforts in the near term while driving reinvention. We are moving from a strategy to grow a standalone phone business to a strategy to grow and create a vibrant Windows ecosystem.... We’ll bring business customers the best management, security and productivity experiences they need".

bt-ac958-micros-16u-20150708183305.jpgNel 2007 Steve Ballmer aveva affermato che non vi era nessuna possibilità per l'iPhone di acquisire quote di mercato significative. Il tempo ha dato ragione a Apple e ha mostrato l'incapacità di Microsoft di riuscire a interpretare la mobility revolution. La strategia che aveva fatto la fortuna del personal computer, sviluppando software e valorizzando le attività con il modello di licensing, non ha funzionato. Nasce allora l'idea di diventare un fornitore hardware e si procede all'acquisizione di Nokia. Era il settembre del 2013. Risultato? A due anni di distanza solo tre smartphone su 100 venduti nel mondo sono targati Microsoft. (vedi grafico conte IDC delle vendite samrtphone su base trimestrale)

Oggi è la volta di un'ennesimo cambiamento di strategia. Maggiore focalizzazione, quindi, ridimensionamento dell'offerta complessiva, con un numero pià limitato di modelli e, secondo voci riportate dal WSJ, l'uscita da alcuni aree geografiche ritenute poco profittevoli. Nadella sta infine tentando di convincere i produttori hardware che gravitano nell'orbita di Android a sposare la causa Microsoft. Difficile, molto difficile.

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota