Il fatto del giorno: Dell si compra EMC e VMware

Pubblicato il: 12/10/2015
Autore: Redaione channelcity

La nuova entità vuole diventare leader nel mercato dei server, dello storage, della virtualizzazione, delle infrastrutture convergenti (attraverso Vce), del cloud ibrido, del mobile e della sicurezza (con Rsa e la ex SonicWall).

E alla fine il deal è romai cosa fatta. Una conferenza congiunta del top management Dell ed Emc è servita per confermare la fusione fra i due colossi, che, sulla base di quanto dichiarato, porterà alla creazione della "prima impresa tecnologica end-to-end".
Fra le due entità, quella con la minor valorizzazione, di fatto, ha acquisito quella di maggior stazza.
Michael Dell e i fondi Msd Partners e Silver Lake sono coloro che hanno condotto l'operazione, in nome di una società, che dal 2013 non è più quotata in Borsa e in base a quanto comunicato, VMware resterà un'impresa quotata, ma Dell prevede di aumentare la propria partecipazione nella compagine dello specialista di virtualizzazione, portandola all'87%.
Gli azionisti di Emc riceveranno 24,05 dollari per azione, ma anche titoli legati alla partecipazione della società in VMware. Il totale complessivo della transazione e valutato in 67 miliardi di dollari.
dell-emc-merger.jpg
La fusione porterà alla nascita del più importante gruppo privato del settore tecnologico.
Sarà Michael Dell a guidarlo, oggi più che mai padrone del suo destino e di quello dell'azienda che ha fondato. Sua era stata, due anni fa, la decisione di uscire dal mercato finanziario per trasformare l'impresa e poter gestire con maggiore autonomia le decisioni strategiche. Evidentemente, questa clamorosa acquisizione si scrive in un disegno costruito da tempo.
La nuova entità si pone l'ambizione di fungere da leader nel mercato dei server, dello storage, della virtualizzazione, delle infrastrutture convergenti (attraverso Vce), del cloud ibrido, del mobile e della sicurezza (con Rsa e la ex SonicWall).
Oltre alla ribadita indipendenza di VMware, è stato comunicato che Pivotal conserverà l'attuale management e la direzione operativa già acquisita. I dirigenti si attendono un miliardo di dollari di sinergie, con obiettivi di crescita concentrati prevalentemente nelle infrastrutture convergenti, nel cloud e nel data center. La sede principale di Emc resterà a Hopkinton, nel Massachusetts.
EMC ha realizzato 16,5 milliardi di dollari de ricavi nel 2014 nello storage, su un totale di 24 milliardi di dollari di giro d'affari. Sul futuro del nuovo big pesano alcune incognite dettate dal mercato.
Il cloud sta cambiando le carte in tavola e gli stessi grandi operatori del Web (Amazon, Google o Microsoft) utilizzano hardware standard e software open source, trainando le scelte anche di altre aziende utenti.
Tutti i principali fornitori di storage hanno dovuto affrontare la frenata del comparto e gli effetti sono ancora in parte da scoprire.

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota