Renzi e la pubblicità occulta alla Apple, il Codecons non molla e incalza il Premier

Pubblicato il: 07/05/2016
Autore: Redazione ChannelCity

Il Premier, rispondendo alla questione posta da un cittadino, ha affermato: “Ho un Apple, che ci posso fare? Datevi una tranquillizzata!”. Il Codacons, invece, rilancia la battaglia in favore dei "normali" cittadini.

Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) ha accusato nei giorni scorsi Matteo Renzi di aver fatto pubblicità occulta alla Apple mostrando il logo dell’azienda nel corso di una diretta video sui social, e ieri il Premier, rispondendo alla domanda su tale questione posta da un cittadino, ha affermato: “Ho un Apple, che ci posso fare? Datevi una tranquillizzata!
matteo-renzi-apple.jpg
Ma Renzi le conosce le leggi del nostro paese? - si domanda oggi il Codacons -. La risposta fornita dal Presidente del Consiglio fa temere che Renzi non conosca le norme che regolano i messaggi pubblicitari in Italia, e forse nemmeno sa che queste leggi sono state fatte dal Parlamento proprio a tutela dei cittadini di cui lui si fa paladino.
Il divieto di pubblicità occulta ha un fine soltanto: quello di garantire una corretta concorrenza tra i produttori, e ha come scopo finale il miglior prezzo e la migliore qualità per milioni di cittadini al momento dell’acquisto.
codacons.jpg
Avremmo gradito che Renzi dicesse onestamente “ho sbagliato, non lo faccio più”, e invece la sua risposta appare sconcertante, perché a questo punto potrebbe mostrare impunemente magliette, pantaloni o scarpe con la marca in bella evidenza, convinto di non incorrere in alcuna forma di pubblicità.
E pensare che sarebbe stato facilissimo coprire con un adesivo il logo della mela Apple! Non si può invocare il rispetto delle leggi dagli altri e poi rifiutare di sottoporsi alle stesse leggi, perché così facendo si aumenterà l’avversione dei cittadini verso la politica e la sfiducia degli elettori verso i politici di cui Renzi è al momento il più importante rappresentante – conclude il Codacons.

Categorie: Attualità

Tag: Analisi

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota