Huawei, nel 2013 investiti 3,4 miliardi di dollari in Europa

Pubblicato il: 23/01/2014
Autore: Redazione Channelcity

Al World Economic Forum di Davos in Svizzera la società conferma l’impegno a portare avanti le collaborazioni con i partner europei.

Nella cornice del World Economic Forum di Davos quest’anno intitolato “The Reshaping of the World: Consequences for Society, Politics and Business”, in corso in questi giorni in Svizzera, Huawei ha presentato i dati relativi all’entità degli acquisti effettuati da partner europei, confermando l’impegno a voler continuare a perseguire una stretta e reciprocamente vantaggiosa cooperazione con l’Europa.
Nel corso del 2013 Huawei ha investito circa 3,4 miliardi di dollari in forniture provenienti da aziende europee (componenti, servizi logistici, ingegneristici etc.) con l’obiettivo di aumentare tali investimenti in futuro. Oltre a favorire la crescita del business la cooperazione tra Huawei e le aziende locali promuove anche l’interazione tecnologica tra l’azienda e i suoi partner, contribuendo a rendere più competitive entrambe le parti. 
Queste le parole di Ken Hu, Vice Presidente e Rotating Ceo di Huawei, durante il suo intervento al World Economic Forum 2014: “La nostra visione per il mercato europeo mira a stabilire con i nostri partner relazioni di successo che portino risultati vantaggiosi per entrambe le parti”. E ha proseguito: “L'Europa vanta una storia ricca di cultura, organizzazione e competenza in campo tecnologico, nonché una grande tradizione nel campo dell’innovazione. Pertanto è un mercato fondamentale per lo sviluppo del business di Huawei. Basando le nostre attività in Europa e collaborando intensamente con i partner a livello locale siamo cresciuti significativamente. La nostra prospettiva globale ha poi reso possibile il trasferimento di competenze dall'Europa verso altre parti del mondo, creando sempre nuove opportunità di sviluppo e innovazione. Abbiamo inoltre creato nuovi posti di lavoro e contribuito affinché tutto il comparto industriale facesse grandi passi in avanti”.
In Europa Huawei ha un organico di oltre 7700 persone, ha inaugurato centri R&D in 14 sedi e sei centri di competenza.  
“Noi crediamo che politiche commerciali aperte, alla base del successo europeo nei secoli passati, continueranno a migliorare la competitività del settore ICT, stimolando la crescita dell’economia digitale. Grazie alla fiducia che l’Europa ripone in noi, continueremo a investire in quest’area, a collaborare con gli operatori locali e a svolgere un ruolo sempre più attivo”, ha sottolineato Ken Hu.

Categorie: Enterprise

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota