Open Source, l'evoluzione in Italia

Pubblicato il: 03/02/2014
Autore: P.M.

La ricerca realizzata da SDA Bocconi e commissionata da Red Hat rileva che l’83% delle aziende italiane utilizza software Open Source.

L’interesse per le soluzioni e per il modello organizzativo Open Source (OS) ha oggi raggiunto uno stadio di maturità. Dopo anni in cui le soluzioni OS hanno incontrato forti barriere all’adozione da parte delle imprese dovute da una parte allo scetticismo nei confronti del modello aperto, dall’altra alla scarsa strutturazione dell’offerta OS, stiamo vivendo ora una fase in cui l’alternativa OS rientra costantemente nei processi di system selection delle aziende”. E’ questo quanto scrivono gli autori della ricerca di SDA Bocconi sullo stato dell’adozione dell’Open Source in Italia commissionata da Red Hat, studio che ha interessato più di 100 aziende italiane appartenenti ai più diversi settori di industry (l’81% di esse appartiene sono imprese medio-grandi con fatturato superiore a 50 milioni di euro).
Dalla ricerca si rileva che l’83% delle aziende utilizza software Open Source, una percentuale che si prevede possa ulteriormente aumentare guardando alle prospettive future. La percentuale sale, infatti, all'89% con riferimento alle aziende che hanno intenzione di utilizzare soluzioni OS in futuro.
L’82% di coloro che hanno scelto l’OS si ritiene soddisfatto o molto soddisfatto e il restante 18% abbastanza soddisfatta. Nessuna azienda afferma di non essere soddisfatta dell’OS. La maggior parte delle aziende ha scelto l’OS in tempi non recenti (oltre 3 anni fa) e il 77% di loro lo ha implementato in ambiti mission critical per l’azienda. Entrambi questi aspetti - oservano gli autori - sono sintomatici di una certa maturità del tema.
"Le aziende sono ormai abituate all’OS come soluzione alternativa ai prodotti proprietari e non si limitano ad implementarlo in ambiti prudenziali, ma si spingono ad utilizzarlo in contesti mission critical, ovvero laddove per garantire la corretta e continuativa operatività dei processi critici dell’organizzazione è richiesta ai sistemi una forte affidabilità e robustezza".
Per quanto riguarda le prospettive future di adozione dell'OS la ricerca mette in evidenza come da un utilizzo in ambiti tradizionali - Sistemi operativi, Middleware e Application Server - l'OS venga oggi sempre più considerato come una leva tecnologica per soluzioni di virtualizzazione, di storage e di Cloud Computing.
Le prospettive della penetrazione dell’OS in questi segmenti di mercato sono del 9% per il cloud, dell'8% per la virtualizzazione (+8%).

Categorie: Enterprise

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota