Microsoft e Red Hat, convergenza all'insegna del cloud

Pubblicato il: 09/11/2015
Autore: P.M.

La partnership siglata tra le due società prevede di rendere disponibile la versione Linux Red Hat sull'infrastruttura cloud Microsoft Azure.

Il cloud cambia definitivamente le regole del gioco e le relazioni tra i differenti player dell'IT. Ne è una testimonianza la recente partnership annunciata tra Microsoft e Red Hat. Se una volta sarebbe stato impossibile trovare un denominatore comune tra le due società - ciascuna in passato interessata a promuovere la propria dimensione tecnologica, da una parte Windows, dall'altra Linux - oggi nasce una convergenza nel cloud.
L'accordo siglato tra le due società prevede infatti di rendere disponibile la versione Linux Red Hat sull'infrastruttura cloud Microsoft Azure.
microsoft-redhat.jpg
Una notizia che riflette il new deal di Microsoft, il cui interesse prevalente è diventare un cloud service provider a tutto tondo, aperto a ogni possibile esigenza infrastrutturale che possa soddisfare una molteplicità di esigenze, non esclusivamente legate al proprio sistema operativo.
Linux è ormai diventato il sistema mainstream nelle infrastrutture cloud e Azure non poteva esimersi dal metabolizzare questa importante componente di computing. Il business di Microsoft, coniugato nell'era del cloud, deve mirare ad attrarre un numero sempre più vasto di clienti e, alla stessa stregua di AWS, deve avere un approccio agnostico nei confronti delle differenti risorse infrastrutturali.
Se Microsoft non è riuscita a imporsi sul mercato mobile, lasciandosi superare dalla nascente concorrenza di Apple e Google, nel cloud ha invece centrato l'obiettivo: è l'unico provider che sta rapidamente recuperando il gap con AWS.
Quest'ultima, secondo quanto affermato dagli analisti, sviluppa il 50% del business cloud di Red Hat, valutato in 100 milioni di dollari. Con questo accordo Azure si pone, quindi, in concorrenza con AWS. L'obiettivo è riuscire a diventare il nuovo polo di attrazione per tutti quegli utenti che sempre più spesso investono sulle risorse di computing della più più importante versione enterprise di Linux.

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota