Blocco del traffico Provincia di Milano, sono solo 44 i comuni che aderiscono

Pubblicato il: 01/12/2011
Autore: Redazione ChannelCity

Su 134 comuni attorno a Milano a oggi sono solo 44 quelli che hanno aderito al blocco dei diesel Euro 3. Tra le nuove adesioni Cassano d'Adda, Lainate, Pero, Segrate e Corsico. Ecco l'elenco agiornato delle adesioni.

Da ieri e Milano e Provincia è scattato il blocco parziale del traffico, per cercare di diminuire i valori relativi al PM10, le polveri sottili. Però se a Milano tutto funzione, non è così nella provincia, infatti sui 134 comuni attorno a Milano a oggi sono solo 44 quelli che hanno aderito al blocco dei diesel Euro 3. Tra le nuove adesioni Cassano d'Adda, Lainate, Pero, Segrate e Corsico.
Ecco di seguito i comuni che hanno aderito a oggi: Abbiategrasso (da giovedì), Arese, Assago, Bareggio, Bollate, Bresso, Buccinasco, Cassano d'Adda, Cernusco sul Naviglio, Cerro al Lambro, Cerro Maggiore, Cesate, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano , Cornaredo, Corsico, Cusano Milanino , Inzago , Lainate,Legnano , Locate Triulzi , Magenta ,Novate Milanese , Noviglio, Ossona, Parabiago, Pero, Pioltello Pogliano,  Pregnana, Rho Rozzano (da giovedì), San Giuliano Milanese , Sedriano Segrate, Sesto San Giovanni Settimo Milanese , Solaro, Vanzaghello,  Vanzago, Vimodrone  e Zelo Surrigone.In Provincia rimangono comunque soddisfatti delle misure prese a Milano e in vari comuni dell'hinterland: "Per la prima volta - dichiara il presidente Guido Podestà - la lotta allo smog è stata affrontata adottando il metodo del coinvolgimento di tutti i sindaci".
Se a oggi l'adesione coinvolge meno del 50 percento del totale comuni detti della prima fascia "la previsione - spiega Podestà - è che il numero possa aumentare". In Provincia ci si aspetta che nei prossimi giorni aderisca anche qualche altro sindaco, evitando l'effetto del blocco a macchia di leopardo. "La possibilità di impartire indicazioni diverse - conclude il presidente di Palazzo Isimbardi - di lungo periodo sarà possibile solo grazie alla collaborazione con la Regione Lombardia. Al momento non possiamo non tener conto del fatto che, da oltre 15 giorni, sforiamo di oltre il doppio i limiti imposti dall'Ue. Non fare nulla era veramente inaccettabile".
Infine è utile ricordare che da oggi anche a Roma è in vigore il piano antismo. La giunta capitolina ha infatti deciso che per oggi e domani la circolazione nella capitale avverrà a targhe alterne. Oggi è la volta delle targhe dispari.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota