Symantec, buoni risultati ma cala il business dei servizi

Pubblicato il: 27/01/2012
Autore: Redazione ChannelCity

Nel terzo trimestre cresce il fatturato ma soprattutto l'utile. Riavvviato anche il programma di riacquisto delle proprie azioni. A livello di business cresce il consumer e tutte le componenti business, escluso il settore dei servizi.

Symantec ha reso noti i risultati del proprio terzo trimestre dell'anno fiscale 2012, conclusosi il 30 dicembre 2011.
Nel periodo considerato, il fatturato Gaap si è attestato a 1,715 miliardi di dollari, registrando una crescita del 7% anno su anno ed un incremento del 6% dopo gli adattamenti valutari.
L'utile per azione (non Gaap) è salito a 0,42 dollari, con una crescita pari al 20%. Il margine operativo (non Gaap) si è attestato al 26,2%, con una crescita di 2,6 punti percentuali.
Il consiglio di amministrazione di Symantec ha anche approvato il riacquisto di 1 miliardo di dollari di azioni.
"Questo programma conferma il nostro impegno nell'incrementare il valore degli azionisti e la nostra fiducia nella forza dell'azienda sul lungo termine," ha dichiarato Enrique Salem, Presidente e Ceo di Symantec. "La nostra attività continua a generare cash flow che ci permette di riacquistare i nostri titoli azionari".  
Symantec detiene all'incirca 1,2 miliardi di dollari rimanenti dall'attuale e dal futuro programma di riacquisto autorizzato. Fin dal 2009, Symantec ha restituito 2,2 miliardi di dollari ai propri azionisti grazie al riacquisto di più di 137 milioni di titoli.
[tit:Segmenti di Business e aree geografiche]
Nel trimestre di dicembre, il segmento Consumer di Symantec ha rappresentato il 31% del fatturato totale con una crescita anno su anno del 5%, considerando l'adattamento valutario.
Il segmento Sicurezza e Compliance ha rappresentato il 30% del totale del fatturato con una crescita del 17% anno su anno, considerando l'adattamento valutario.
Il segmento Storage e Server Management ha rappresentato il 36% del fatturato totale con un incremento del 3% anno su anno, considerando l'adattamento valutario.
I Servizi hanno rappresentato il 3% del fatturato totale, con una diminuzione del 13% anno su anno (-12% considerando l'adattamento valutario) come atteso in seguito alla strategia aziendale di seguire un modello di consulenza guidato dai partner.
Nel terzo trimestre dell'anno fiscale 2012, il fatturato internazionale ha rappresentato il 52% del fatturato totale, con una crescita anno su anno del 6% (+5% considerando l'adattamento valutario). La regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) ha rappresentato il 27% del fatturato totale per il trimestre, con un calo del 1% anno su anno, considerando l'adattamento valutario.
Il risultato finanziario delle regioni Asia Pacifico e Giappone nel trimestre ha rappresentato il 18% del fatturato totale, con un aumento anno su anno del 16% (+12% considerando l'adattamento valutario). Le Americhe, inclusi gli Stati Uniti, l'America Latina e il Canada, hanno rappresentato il 55% del fatturato totale, con un incremento anno su anno del 8% sulla base dell'attuale aggiustamento valutario .

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota