AMD si stacca da GlobalFoundries

Pubblicato il: 08/03/2012
Autore: Daniele Preda

AMD ha scelto di cedere le restati quote azionarie di GlobalFoundries, per garantirsi maggiore libertà produttiva e lo sfruttamento di un maggior numero di filiere costruttive.

AMD annuncia la cessione delle proprie quote residue di GlobalFoundries.
In questo modo il chipmaker potrà impiegare differenti filiere produttive per realizzare le proprie serie di CPU, GPU e APU. Si tratta di un evento particolarmente importante sul fronte della produzione, ad oggi infatti, GlobalFoundries rappresenta il terzo produttore di microprocessori e circuiti semiconduttori.
Questa realtà, nata nel 2009 può vantare diversi impianti, situati in diverse parti del mondo, come per esempio, negli Stati Uniti, in Germania e a Singapore.
Le quote AMD restanti, pari all'8,8%, saranno cedute al governo degli Emirati Arabi, secondo un iter che avrà durata di due anni e un costo di 703 milioni di dollari.
amd-lascia-globalfoundries-1.jpgIn questo modo il chipmaker si svincola dall'esclusiva produttiva con GlobalFoundries, avvantaggiandosi sul fronte della diversificazione produttiva e aggirando i problemi che si sono verificati negli ultimi periodi, a causa del processo di miniaturizzazione intrapreso.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota