Nvidia Tesla, per i server Dell GPU-enabled

Pubblicato il: 09/03/2012
Autore: Daniele Preda

I server PowerEdge R720 e PowerEdge T620 di Dell disporranno, per la prima volta, di GPU ad alte prestazioni Nvidia Tesla.

Per la prima volta, le GPU Nvidia Tesla saranno integrate nei server della famiglia PowerEdge di Dell.
Si tratta della dodicesima generazione di macchine per le aziende e, nel dettaglio, Dell ha scelto di rendere disponibili due versioni, una rack e una di tipo tower, con soluzioni di calcolo Tesla.  
nvidia-tesla-per-la-prima-volta-nei-server-dell-2.jpgDell PowerEdge T620I cosiddetti server "GPU-enabled" sono i PowerEdge R720 e PowerEdge T620, destinati a quei segmenti professionali dove vengono effettuate numerose operazioni di calcolo, con sessioni permanenti di elaborazione dati.
Queste macchine serviranno per accelerare una vasta gamma di applicazioni, tra cui Mathworks MATLAB (per la ricerca computazionale) e SIMULIA Abaqus (per il computer-aided engineering).
A livello di architettura, i nuovi server, combinando ai 512-core delle GPU Nvidia Tesla M2090, i recenti processori Intel Xeon E5 / R,  con piattaforma Sandy Bridge.
nvidia-tesla-per-la-prima-volta-nei-server-dell-1.jpgNvidia Tesla M2090Dell PowerEdge R720 abbina all'infrastruttura Intel x86 un massimo di due GPU Tesla ed è in grado di gestire impegnativi carichi di lavoro, riducendo i tempi di elaborazione e sviluppo.
La variante PowerEdge T620 segue la lineup desk-side e workgroup ed è attualmente disponibile secondo configurazioni che prevedono fino a quattro Nvidia Tesla e/o schede Nvidia Quadro, per la progettazione e le applicazioni di analisi strutturale, come per esempio Autodesk 3ds Max e Ansys Mechanical.
Secondo Virginia Swink, executive director di Dell Server Solutions, il trend relativo al GPU computing è in continua crescita ed è importante poter offrire soluzioni potenti ed efficienti alle aziende che ne fanno richiesta. In questo senso, i nuovi server PowerEdge ampliano la gamma delle offerte Dell e consentono di rispondere al meglio alle sollecitazioni del mercato professionale.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota