Panasonic, perdita record nell'anno fiscale appena concluso

Pubblicato il: 11/05/2012
Autore: Redazione ChannelCity

Panasonic ha chiuso il proprio anno fiscale 2011-2012 con una perdita record di 7,6 miliardi di Euro. Ora l'obiettivo è tornare in positivo diversificando.

Panasonic ha annunciato di aver chiuso l'anno fiscale 2011-2012 con una perdita netta (storica) di 772,17 miliardi di yen, corca 7,6 miliardi di euroIl risultato contrasta in maniera significativa con l'utile netto di 74.017 milioni di yen (718 milioni di euro) raccolti nel 2011. 
Il gruppo di Osaka ha attribuito questo dato negativo a diversi fattori, come ad esempio ai problemi di fornitura di energia elettrica in Giappone dopo il terremoto del marzo 2011 e la crisi nella centrale nucleare di Fukushima, il taglio alle forniture causate dalle inondazioni in Thailandia, la crisi in Europa e lo Yen forte
Tuttavia, Panasonic non si attende un nuovo rosso per il prossimo esercizio che si chiuderà a marzo 2013, e pensa di raggiungere un utile netto di 50.000 miliardi di yen (484.8 milioni di euro) grazie ad un incremento delle vendite in Asia e al suo piano di ristrutturazione. 
Per il nuovo anno fiscale inoltre l'azienda prevede di registrare un utile operativo di 260.000 milioni di yen (2.520 milioni), quasi cinque volte di più rispetto al precedente anno, e anche un aumento del 3 per cento nelle vendite
Il gigante dell'elettronica è impegnato dallo scorso anno in un processo di riforma strutturale nel medio termine che dovrebbe essere completato il prossimo anno, ed è sempre più focalizzato sull'aprire nuovi rami di attività, come ad esempio nel campo dell'energia.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social