Microsoft, Pietro Scott Jovane lascia per RCS

Pubblicato il: 28/05/2012
Autore: Redazione Channelcity

L'amministratore delegato di Microsoft Italia passa al Gruppo RCS dove dal prossimo 1° luglio diverrà l'amministratore delegato di Rcs MediaGroup.

Pietro Scott Jovane lascia la carica di amministratore delegato di Microsoft Italia per andare a dirigere il gruppo editoriale RCS dove dal prossimo 1° luglio assumerà la carica di amministratore delegato di Rcs MediaGroup.
Il nome di Scott Jovane circolava da tempo dopo le dimissioni del precedente AD di RCS, Antonello Perricone. La nomina è stata ufficializzata dal Consiglio di Amministrazione lo scorso venerdì.
microsoft-pietro-scott-jovane-lascia-per-rcs-1.jpg44 anni appena compiuti, Scott Jovane guidava dal 2008 la filiale italiana del gigante del software. L'inaugurazione della nuova sede di Microsoft, nel 2011, gli ha dato una reputazione di innovatore: l'edificio implica un'organizzazione del lavoro molto moderna, con grandi spazi a disposizione di tutti, massima flessibilità negli orari, ampia connettività per il telelavoro, e nessun ufficio separato, nemmeno per l'amministratore delegato.
L'arrivo di Scott Jovane in RCS viene visto da molti come un segnale dello spostarsi dell'editoria verso il digitale e le nuove tecnologie. Ancora non è noto chi prenderà il posto di Scott Jovane in Microsoft.
Nato a Cambridge (Usa), Scott Jovane ha 43 anni, è sposato e padre di due figli. È laureato in Economia e commercio all'Università degli studi di Pavia. Con l'ingresso in Rcs lascia il ruolo di presidente e A.d di Microsoft Italia, dov'era entrato nel 2003. Nel gruppo aveva assunto tra l'altro nel 2006 la guida della divisione online, con il compito anche della concessionaria di Microsoft Advertising. Tra il 2005 e il 2006 era stato Direttore Commerciale per il Mercato Telecomunicazioni e Media di Microsoft. Prima di Microsoft, Scott Jovane aveva lavorato nel team rappresentante gli azionisti (Pilkington e Techint) preposto alla prima privatizzazione italiana: il Gruppo vetrario Siv, estendendo poi la propria responsabilità nel gruppo e coordinando la tesoreria per l'area nel Sud Europa del Gruppo Pilkington a Milano. A New York dal 1998 al 2000 era stato chief financial officer per il Nord America del gruppo Versace. Rientrato in Italia, nel 2000 aveva assunto lo stesso incarico in Matrix, per diventare successivamente responsabile del controllo di gestione del gruppo Seat (allora divisione Internet & media di Telecom Italia).

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota