Olivetti, va in liquidazione la controllata Olivetti i-Jet e finisce l'era del fax inkjet

Pubblicato il: 04/06/2012
Autore: Redazione ChannelCity

Olivetti, preso atto dell'inarrestabile e sempre più accentuato calo del mercato dei fax e della contestuale difficoltà di raggiungere, in tempi economicamente compatibili, risultati apprezzabili nei settori di mercato adiacenti dove la tecnologia i-jet avrebbe potuto essere utilizzata, ha deciso di cessare le attività industriali e commerciali nel settore e ha avviato l'iter per la liquidazione della sua controllata Olivetti i-Jet.

Olivetti, preso atto dell'inarrestabile e sempre più accentuato calo del mercato dei fax e della contestuale difficoltà di raggiungere, in tempi economicamente compatibili, risultati apprezzabili nei settori di mercato adiacenti dove la tecnologia i-jet avrebbe potuto essere utilizzata, ha deciso di cessare le attività industriali e commerciali nel settore e ha avviato l'iter per la liquidazione della sua controllata Olivetti i-Jet sita a Arnad.
Questa decisione si inquadra all'interno del piano di riposizionamento di Olivetti sul mercato dell'Information Communication Technology, avviato negli ultimi anni, che ha visto la società proporsi in misura sempre più rilevante come solution provider nei settori tecnologicamente più avanzati di tale mercato.
olivetti-va-in-liquidazione-la-controllata-olivett-1.jpgL'evoluzione della nuova offerta richiede peraltro una forte focalizzazione e la necessità di concentrare su di essa tutte le risorse disponibili.
Olivetti, a conferma del suo impegno nei confronti delle persone coinvolte, si attiverà con l'obiettivo di individuare opportunità di ricollocazione all'interno del Gruppo, attivare azioni rivolte all'orientamento e alla realizzazione di percorsi formativi e di agevolare il reperimento di nuove occasioni di lavoro anche attraverso politiche attive di outplacement.
A tal proposito è già stato avviato il confronto con le Organizzazioni Sindacali per individuare un piano di gestione condiviso.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota