Intel, risultati finanziari non brillanti con molta prudenza per il futuro

Pubblicato il: 20/07/2012
Autore: Redazione ChannelCity

Se nel secondo trimestre dell'anno i risultati sono in linea con la situazione economica del comparto, Intel stima che la crescita nei prossimi trimestri sarà più lenta rispetto alle previsioni per via di una situazione macroeconomica più difficile.

Intel ha reso noti i risultati finanziari del secondo trimestre.
La società ha registrato per il secondo trimestre del 2012 ricavi per 13,5 miliardi di dollari, in leggero aumento rispetto ai 13,03 miliardi del corrispondente periodo dell'esercizio precedente. Il trimestre si è chiuso con un utile netto di 2,83 miliardi di dollari, rispetto ai 2,95 miliardi del secondo trimestre 2011.
Per il trimestre in corso il top management di Intel prevede ricavi nell'intorno dei 14,3 miliardi di dollari. La società ha anche rivisto al ribasso le stime sul fatturato per l'intero esercizio, ora stimato in crescita tra il 3% e il 5%..
Paul Otellini, President e Ceo di Intel, ha così dichiarato: "Il secondo trimestre è stato caratterizzato da un'esecuzione solida, con il mantenimento di una posizione forte nel comparto dei data center e con lanci di molteplici prodotti nei segmenti dei dispositivi Ultrabook e degli smartphone. Nel terzo trimestre, la nostra crescita sarà più lenta rispetto alle previsioni per via di una situazione macroeconomica più difficile. Con un ricco mix di dispositivi Ultrabook e lanci di tablet e smartphone basati su Intel nella seconda metà dell'anno, unitamente agli investimenti a lungo termine che stiamo effettuando nelle aree dei prodotti e della produzione, siamo ben posizionati sia per quest'anno che per il futuro".
Dario Bucci, Amministratore Delegato Intel Italia e Svizzera ha così commentato i dati finanziari: "Anche in Italia assistiamo alla crescita continua di interesse per la nuova famiglia degli Ultrabook, grazie all'introduzione nel mercato locale dei primi modelli basati sui nostri nuovi processori Intel Core di terza generazione, la cui adozione è stata rapidissima e con ottimi riscontri. Il segmento business, invece, tiene nonostante la congiuntura economica, grazie ad importanti risultati e progetti significativi realizzati sia nel settore enterprise, come nel caso di Brembo che ha adottato con successo la nostra nuova famiglia di processori Intel Xeon E5 nell'area della simulazione e del calcolo di prodotto, sia per il settore delle piccole e medie imprese. Inoltre, abbiamo da poco annunciato i positivi risultati dell'esperienza consolidata con Madel, grazie alla nostra soluzione Small Business Advantage che consente di gestire in modo automatizzato il parco PC delle aziende, per aumentare la produttività, ridurre i consumi energetici e rafforzare le difese di sicurezza".

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social