Natale 2012, per Confesercenti consumi in calo del 3 percento

Pubblicato il: 07/12/2012
Autore: Redazione ChannelCity

Secondo il sondaggio Confesercenti-Swg ci saranno 700 milioni di euro in meno per i regali.

Natale in chiaroscuro: cresce la speranza, ma di contro aumenta anche il numero di coloro che temono sia il peggiore del triennio.
Secondo il sondaggio Confesercenti-Swg il 54% degli italiani (era il 51% nel 2011) si affida alla speranza per definire l’ormai prossimo Natale ed in tal modo cerca di contrastare gli incubi della crisi e del futuro.
Si avvicina anche la resa dei conti delle tredicesime: quest'anno 2 miliardi in meno per gli acquisti, le priorità sono risparmio e debiti da saldare. Ma la crisi aumenta il numero degli italiani che non percepisce la 13ᵃ mensilità: l’anno scorso il 23% del campione dichiarava che nella propria famiglia nessuno prendeva la tredicesima, quest’anno la percentuale balza al 28% ed è un chiaro segno della crisi occupazionale. 
E la lunga recessione si riflette anche sull’utilizzo della tredicesima: cala di due miliardi la quota destinata agli acquisti (ora a 17 miliardi e 787 milioni) ed in particolare ci saranno 700 milioni di euro in meno per i regali. Una parte consistente della tredicesima, 11 miliardi e 739 milioni, andrà invece  a rimpinguare i risparmi erosi dalla difficoltà economiche: gli italiani, insicuri sulla possibilità di una rapida ripresa, preferiscono accantonare  quasi due miliardi in più rispetto al 2011. Circa 12 miliardi provenienti dalle tredicesime, invece, verranno usati per far fronte ai mutui e pagare i debiti (+641 milioni sul 2011), mentre quasi 13 miliardi e mezzo saranno impiegati per affrontare le necessità della casa e della famiglia (in calo di 1 miliardo e 314 milioni).
Regali: cala la spesa media, ma i prezzi non spaventano più. Sotto l'albero voglia di leggere: libri, ebook e tablet, soprattutto se mini.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota