AMD taglia gli ordini di chip a GlobalFoundries

Pubblicato il: 09/12/2012
Autore: Daniele Preda

La crisi globale ha portato AMD a ridurre gli ordini di chip presso GlobalFoundries e a ritrattare la fornitura per i prossimi mesi.

AMD ha recentemente ridotto gli ordini di chip presso GlobalFoundries, per adeguarsi al mercato PC, attualmente al centro di una crisi di vendite. Il chip maker ha rivisto al ribasso il precedente accordo di marzo 2012 per allinearsi all’attuale livello di richieste di prodotti, riducendo il volume dei wafer acquistati nel quarto trimestre di quest’anno. Non solo, sono stati stabiliti prezzi fissi e specifiche clausole da applicarsi ai prodotti che verranno acquistati da GlobalFoundries sino a fine 2013.
amd-riduce-gli-ordini-di-chip-a-globalfoundries-1.jpgSecondo le dichiarazioni, AMD comprerà materiale per circa 115 milioni di Dollari entro il quarto trimestre di quest’anno, con un netto calo rispetto alle previsioni iniziali di 500 milioni di Dollari.
Entro l’anno fiscale 2013 si stimano acquisti per 1,15 miliardi di Dollari. Rispettando precedenti accordi, AMD pagherà 320 milioni di Dollari, distribuiti nei prossimi mesi e negozierà i futuri acquisti per il 2014 nel corso del prossimo anno. In aggiunta, il chip maker inserirà a bilancio ulteriori quote di terminazione dell’accordo per 165 milioni di Dollari e ridurrà i rimborsi per ricerca e sviluppo destinati a GlobalFoundries. Nel complesso, questa strategia da parte di AMD, rientra in un piano più ampio di ristrutturazione e di riduzione dei costi che, in queste ultime settimane ha portato al licenziamento del 15% della forza lavoro.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota