AMD Open 3.0, Roadrunner e l’Open Compute Project

Pubblicato il: 17/01/2013
Autore: Daniele Preda

AMD aggiorna la propria architettura server con CPU Opteron 6300 per soddisfare i requisiti dell’Open Compute Project.

AMD ha scelto di rinnovare la piattaforma per server, annunciando il progetto Open 3.0, noto con il nome in codice Roadrunner. Si tratta di una riprogettazione messa in atto per supportare gli standard dell’Open Compute Project e che porterà a sostanziali miglioramenti in termini di efficienza, flessibilità e consentirà di ridurre i costi di gestione.
amd-roadrunner-e-l-open-compute-project-1.jpgGrazie alla semplificazione nel design e nella progettazione della scheda madre è possibile ottenere un singolo prodotto adatto per differenti scenari d’uso, dall’high performance computing alla gestione di sistemi di storage estesi o di tipo cloud.
La nuova infrastruttura è diversa nel concetto di base, rispetto agli attuali modelli, e promette di azzerare tutte quelle caratteristiche ridondante o sovradimensionate tipiche dell’architettura convenzionale.
amd-roadrunner-e-l-open-compute-project-2.jpgL’attuale AMD Open 3.0 mantiene tuttavia un’ampia compatibilità col passato e può alloggiare in qualsiasi rack standard da 19”, senza il bisogno di modifiche.
In alternativa è prevista l’integrazione con i cosiddetti Open Rack. Le motherboard in formato 16”x16,7” sono state progettate per essere installate rack 1U, 1.5U, 2U e 3U e dispongono di due processori serie AMD Opteron 6300. Ogni processore dispone di 12 slot per le memorie suddivisi in tre spazi per moduli Dimm e accesso tramite quattro canali dedicati.
amd-roadrunner-e-l-open-compute-project-3.jpgIn aggiunta è disponibile un adattatore Ethernet dual channel, quattro slot di espansione PCI Express, una porta seriale e due USB. Al momento attuale, sono già disponibili prototipi che il chip maker ha fatto pervenire a una ristretta selezione di clienti.
Secondo AMD le soluzioni definitive commerciali saranno ufficialmente reperibili entro il primo trimestre del 2013.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota