Netgear, nuovi switch a 10 Gbit per le PMI

Pubblicato il: 06/02/2013
Autore: Daniele Preda

Netgear analizza il traffico dati e gli scenari d'uso tipici delle aziende al di sotto dei 500 utenti e fornisce nuove soluzioni per lo switching a 10 Gbit.

Netgear ha recentemente introdotto gli switch di rete serie Plus, Smart e Full Managed con prestazioni sino a 10 Gbit. Si tratta di modelli destinati alle PMI e alle pubbliche amministrazioni che dispongono di reti dati utilizzate da meno di 500 utenti.
È attualmente disponibile la variante a 8 porte Plus ProSafe 10 Gigabit XS708E, pensata per le reti di piccole dimensioni e per abbattere i colli di bottiglia esistenti tra le apparecchiature di base della rete (Server, NAS, Appliace). Entro il breve periodo Netgear renderà disponibile anche il modello Smart ProSafe 10 Gigabit a 12 porte XS712T, per le reti medio/piccole, mentre è già in commercio il top di gamma Full Managed ProSafe 10 Gigabit, a 24 porte XSM7224, per realtà sino a 500 utenti. Grazie agli switch XS708E, XS712T e XSM7224, Netgear è ora in grado di proporsi al segmento intermedio di mercato, con soluzioni valide ed economicamente vantaggiose.
netgear-nuovi-switch-a-10-gbit-per-le-pmi-3.jpgIl produttore intende investire continue risorse nel progetto, perché crede fermamente che il passaggio ai sistemi a 10 Gbit in rame consentirà di ridurre o eliminare i colli di bottiglia solitamente presenti nelle strutture aziendali. La continua richiesta di accesso da parte dei client e delle infrastrutture ha infatti portato a un continuo traffico e a un innalzamento della banda complessiva richiesta.
L’utilizzo della tecnologia 10GBASE-T consente di sfruttare un’infrastruttura già esistente e di avviare il processo di conversione dei dispositivi presenti in rete. Lo standard BASE-T sfrutta infatti comuni porte RJ-45, normalmente disponibili su PC, switch e ogni apparato di rete e si basa su cavi Cat6A o Cat7, senza la necessità di utilizzare connessioni in fibra GbE. Il passaggio alle nuove infrastrutture risulta perciò immediato, grazie anche all’ampia retro-compatibilità, e garantisce rientri degli investimenti in tempi inferiori.  

Nel dettaglio, la versione ProSafe XSM7224 risulta ideale per le installazioni nelle reti più estese, dove è richiesto un livello di accesso al server top-of-rack 10 Gigabit Ethernet e per un'aggregazione 10GbE ad elevata densità e dalle elevate prestazioni.
netgear-nuovi-switch-a-10-gbit-per-le-pmi-1.jpgProSafe XSM7224Il dispositivo assicura una bassa latenza e un’alta velocità con 24 porte di interfaccia 10GBASE-T (RJ45) e supporto Fast Ethernet, Gigabit Ethernet e 10 Gigabit per un aggiornamento progressivo di server e storage di rete. Tutta la serie M7100 (XSM7224) offre inoltre l'ottimizzazione iSCSI automatica e la disponibilità di VLAN private e il proxy ARP locale, oltre a prestazioni elevate.
Con il modello Netgear ProSafe XS712T si possono invece sfruttare 12 porte in rame 10GbE e 2 porte 10GbE SFP+ in fibra condivise, oltre a un set completo di funzionalità di rete Layer 2 accessibili grazie ad un'interfaccia di gestione dedicata. Questo switch per le reti medio-piccole garantisce il supporto delle VLAN per la segmentazione del traffico, la qualità del servizio (QoS) per la prioritizzazione del traffico, oltre a funzionalità avanzate come l'assegnazione dinamica e il doppio tagging della VLAN, il binding di ACL, il routing statico e lo snooping MLP.
netgear-nuovi-switch-a-10-gbit-per-le-pmi-2.jpgNetgear ProSafe XS708ENetgear ProSafe XS708E è destinato alle reti di piccole dimensioni ed è strutturato per offrire, da subito, maggiori performance. Lo switch vanta 8 porte 10G in rame e 1 porta 10G SFP+ in fibra condivisa, oltre al supporto delle VLAN, il servizio di qualità del servizio (QoS), lo snooping IGMP, il port trunking, il rate limiting e il monitoraggio del traffico.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota