MWC 2013, Intel e la strada verso il mobile computing

Pubblicato il: 25/02/2013
Autore: Daniele Preda

Intel prosegue lo sviluppo di soluzioni e piattaforme per espandere la propria presenza nel segmento mobile e lo fa annunciando nuove CPU SoC Atom e sistemi di comunicazione 4G LTE.

Intel è convinta che parte del proprio futuro sarà nel settore dei dispositivi per il mobile computing, in particolar modo negli smartphone, segmento nel quale è ancora attardata rispetto ai molti competitor. Proprio per questo, il chip maker sta intensificando gli sforzi e ha annunciato una serie di dispositivi ed ecosistemi per accelerare la propria crescita nel settore mobile.
Tra le novità, la piattaforma SoC Atom dual-core “Clover Trail+”, pensata per tablet e smartphone Android, contraddistinta da consumi contenuti e capace di assicurare un’autonomia a livelli concorrenziali con le attuali soluzioni concorrenti.
mwc-2013-intel-e-la-strada-verso-il-mobile-computi-1.jpgPer assicurare un’esperienza d’uso piacevole, la piattaforma supporta l’accelerazione per la navigazione Web, per i video in HD e tempi di risposta molto rapidi. I modelli disponibili, Atom Z2580, Z2560, Z2520, lavorano alla velocità di 2 GHz, 1,6 GHz e 1,2 GHz. L’architettura a 32 nm prevede l’adozione di due core fisici e della tecnologia Hyper-Threading per la gestione di un massimo di quattro thread contemporaneamente.
La GPU Intel Graphics Media Accelerator lavora a 533 MHz e supporta estensioni 3D per una grafica fluida, oltre alla codifica e decodifica dei video Full HD. La componente video supporta display WUXGA, con risoluzione massima di 1.900x1.200 pixel. La piattaforma garantisce inoltre avanzate funzioni di imaging per la gestione di sensori sino a 16 MPixel, l’acquisizione di immagini panoramiche, lo scatto a raffica, il rilevamento facciale e lo scatto di foto HDR con de-ghosting.
mwc-2013-intel-e-la-strada-verso-il-mobile-computi-2.jpgPer la massima sicurezza dei dati e del sistema, Intel integra la tecnologia Identity Protection, già collaudata dal produttore sui sistemi Ultrabook. Completa la dotazione, il supporto per le tecnologie Intel Wi-Di, HSPA+ fino a 42 Mbps, tramite modem XMM 6360 e lo standard UltraViolet Common File Format. L’infrastruttura Atom Clover Trail+ è pensata per sistemi operativi Android e supporta la versione Jelly Bean 4.2.

Analogamente a questa nuova piattaforma, Intel ha presentato anche il futuro SoC Atom a 22 nm, noto come Merrifield, che dovrebbe garantire consumi e autonomia ancora più interessanti. Nonostante in nuovi prodotti, Intel punta a diffondere le proprie soluzioni Atom Z2420 come architettura di base per la realizzazione di smartphone dal costo contenuto, destinati ai mercati emergenti, un mercato da 500 milioni di unità nel 2015. In questo senso, differenti produttori hanno realizzato terminali con questa tecnologia, pensati per i mercati di Thailandia, Malesia, India, Kenya ed Egitto.
Non solo, basandosi sulla medesima piattaforma, Asus sta preparando un tablet di nuova generazione con CPU Z2420.
Per il futuro, sono previste declinazioni Atom “Bay Trail”, processori quad-core capaci di raddoppiare le attuali performance, migliorando ergonomia d’uso, autonomia e possibilità di creazione di dispositivi con spessori molto contenuti.
mwc-2013-intel-e-la-strada-verso-il-mobile-computi-3.jpgIntel sta lavorando intensamente per offrire il supporto Long-Term Evolution (LTE 4G) all’interno delle proprie soluzioni. Tra le varianti multimodali e multibanda, Intel  propone il modulo XMM 7160 (LTE / DC-HSPA+ / EDGE), che si contraddistingue per le ridotte dimensioni e per i consumi modesti.
Il modem 7160 supporta 15 bande LTE contemporaneamente e include un'architettura RF altamente configurabile, in grado di eseguire algoritmi in tempo reale per Envelope Tracking e sintonizzazione dell’antenna. Alcune soluzioni LTE 4G di Intel sono già in distribuzione, mentre le variante multimodali saranno disponibili entro la metà dell’anno.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota