Stonesoft aggiorna il software di testing Evader

Pubblicato il: 01/03/2013
Autore: Redazione ChannelCity

La versione 2.01 consente alle aziende di testare gratuitamente, in qualsiasi ambiente di testing, la capacità delle reti di rilevare le tecniche di evasione avanzata e prevede una nuova interfaccia utente che ne migliora l’utilizzo.

Stonesoft ha annunciato Evader 2.01, la versione aggiornata del proprio software di testing in grado di rilevare le AET (Tecniche di evasione avanzata). A partire dal suo rilascio, nel 2012, migliaia di aziende lo hanno scaricato per scoprire i potenziali rischi nelle proprie reti.
Evader 2.01 fornisce alle aziende uno strumento gratuito per testare la capacità delle reti di rilevare le tecniche di evasione avanzata e prevede una nuova interfaccia utente che migliora l’utilizzo, nuove tecniche da testare e può essere adoperato in qualsiasi ambiente di testing.
Le AET sono impiegate per attaccare le reti tramite la combinazione di molteplici metodologie volte a creare una tecnica nuova, sconosciuta e dinamica in grado di agire contemporaneamente su più livelli della rete. Questo consente a chi attacca di introdurre qualsiasi exploit o codice malevolo in una rete senza lasciare traccia.
“Nonostante i forti investimenti delle aziende in soluzioni di sicurezza, gli attacchi continuano ad avere successo. Firewall e IPS son vittime di exploit e chi attacca è sempre più sofisticato nel creare tecniche che non lasciano traccia - commenta dEmilio Turani, country manager di Stonesoft per l’Italia - Oggi le aziende devono essere coscienti di questo genere di attacchi ed Evader rende disponibile uno strumento per scoprire se sono in grado di resistere a questi attacchi”.
Evader 2.01 è un software di testing che comprende una vasta gamma di AET. Consente alle aziende di lanciare manualmente o automaticamente una varietà di combinazioni AET che nascondono i ben noti exploit MSRPC e http, e di veicolarle sull’host target attraversando tutti i dispositivi di sicurezza. Evader è in grado di fornire una prova sulla capacità dei dispositivi di sicurezza aziendali di resistere alle AET, un valido supporto alle decisioni da prendere e la possibilità di raggiungere il livello adeguato di sicurezza.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota