Nuove Nvidia Quadro con architettura Kepler

Pubblicato il: 13/03/2013
Autore: Daniele Preda

Nvidia ha recentemente annunciato la nuova generazione di schede grafiche professionali Quadro, dotate di architettura Kepler.

La generazione di acceleratori grafici professionali Nvidia è particolarmente ampia e comprende soluzioni per il GPU Computing (Tesla), le varianti su piattaforma Maximus, i modelli NVS per multi-monitor e le diffuse Quadro.
Proprio questa famiglia di GPU è stata aggiornata con l’architettura Kepler, che ha debuttato mesi fa sulle versioni desktop GeForce. Dopo l’annuncio della K5000, lo scorso anno, Nvidia ha lanciato le versioni Quadro K4000, K2000 e K600, dotate di una singola GPU e sensibilmente delle precedenti declinazioni.
nuove-nvidia-quadro-con-architettura-kepler-3.jpgNvidia Quadro K5000In particolar modo è interessante notare l’aumento di core CUDA interni, se paragonati ai modelli della generazione Fermi Quadro 5000/4000/2000 e 600.
Quadro K5000 incorpora 1.536 core, a fronte dei soli 352 di Quadro 5000, Quadro K4000 dispone di 768 core (256 per Quadro 4000), Quadro K2000 ne sfrutta 384 (192 per Quadro 2000) e, per concludere, la K600 integra 192 core, contro i 96 di Quadro 600.
La netta differenza deriva sostanzialmente dall’uso di un’architettura modulabile di diverso tipo, capace di crescere in funzione delle prestazioni richieste.
nuove-nvidia-quadro-con-architettura-kepler-2.jpgNvidia Quadro K4000Quadro K5000 (GK104) dispone di 4 GByte di memoria GDDR5 su bus a 256 bit, per una banda passante di 173 GB/s, ben 53 GB/s in più di Quadro 5000. La differenza con la generazione passata appare evidente anche per i modelli inferiori. Quadro K4000 (GK106) è abbinato a 3 GByte GDDR5 con prestazioni di 164 GB/s, K2000 (GK107) sfrutta 2 GByte a 64 GB/s su bus a 128 bit, mentre la K600 dispone di 1 GByte a 29 GB/s. Nel complesso, salgono le performance, aumenta la banda a disposizione e scendono i consumi.
nuove-nvidia-quadro-con-architettura-kepler-1.jpgNvidia Quadro K600Questo è uno degli aspetti più interessanti dell’architettura Kepler, che raggiunge vette prestazionali di alto livello con consumi fino al 70% inferiori rispetto alle versioni Fermi (nel caso di Quadro K4000).
L’attuale listino prevede il modello Quadro K5000 disponibile a Euro 1.809,00, la K4000 a Euro 959,00, la Quadro K2000 a Euro 449,00 e la soluzione entry-level Quadro K600 a Euro 169,00.

Tra le indiscrezioni più recenti, sembra che l’annuncio del top di gamma Quadro K6000 sia imminente. Questa variante, con GPU GK110, utilizzata anche per la versione gaming GeForce Titan e per Tesla K20, adotterà un chip con 13 SMX e 2.496 CUDA Core. A quanto risulta dalle attuali informazioni, questa versione sfrutterà 5 GByte di RAM GDDR5 su bus a 320 bit e dovrebbe garantire performance in double precisioni nettamente superiore rispetto alle altre soluzioni Quadro.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social