Misure per credito alle Pmi, l'ABI prolunga fino a fine giugno

Pubblicato il: 21/03/2013
Autore: Redazione ChannelCity

Le banche possono sospendere mutui e leasing, allungare la durata dei mutui, anticipazioni bancarie e scadenze, nonché concedere finanziamenti connessi ad aumenti di mezzi propri delle Pmi.

La crisi non demorde e sono sempre di più le imprese che non riescono a far fronte alle scadenze. Per dare una mano alle imprese è stato prorogato di altri tre mesi, ossia fino al 30 giugno 2013, il termine di validità delle “Nuove misure per il credito alle Pmi”, il pacchetto di iniziative a sostegno delle imprese in difficoltà messo a punto dal settore bancario con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero dello Sviluppo Economico e tutte le Associazioni rappresentative del mondo imprenditoriale. 
Il pacchetto di misure prevede la possibilità per le banche di sospendere mutui e leasing; di allungare la durata di mutui, anticipazioni bancarie e scadenze del credito agrario di conduzione; nonché di concedere finanziamenti connessi ad aumenti di mezzi propri delle imprese piccole e medie.
Le misure sono state prorogate alla luce della situazione economica ancora complessa per il Paese e in vista del varo di nuove iniziative di sostegno alle piccole e medie imprese. 
Con questo obiettivo, l’ABI ha avviato il confronto con i rappresentanti delle imprese per individuare insieme le linee guida sulla cui base realizzare, entro il nuovo termine di fine giugno, un nuovo accordo. In particolare, dal confronto avuto finora è emersa una visione comune su una serie di temi rilevanti per lo sviluppo del Paese, che potranno essere inseriti nel nuovo accordo. Tra questi, l’attenuazione degli impatti di Basilea 3 sulle Pmi, il potenziamento dell’operatività del Fondo di Garanzia per le Pmi e lo sviluppo delle reti d’impresa.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social