GeForce GT 700M, da Nvidia cinque nuove GPU per notebook

Pubblicato il: 02/04/2013
Autore: Daniele Preda

Nvidia amplia la propria lineup prodotti presentando i nuovi acceleratori destinati al segmento mobile, cinque GPU di fascia performance.

Nvidia prosegue la propria roadmap per la fascia di mercato performance notebook e propone nuove GPU della famiglia GeForce GT 700M.
Le attuali proposte comprendono quattro processori basati sull’architettura Kepler, e più precisamente le varianti GT 750M, GT 745M, GT 740M e GT 735M. Oltre a questo viene introdotta la versione GT 720M basata sulla precedente architettura Nvidia Fermi.
nvidia-geforce-gt-700m-nuove-gpu-per-notebook-1.jpgLe GPU Kepler sfruttano un processo costruttivo a 28 nm e una base hardware comune, con 384 CUDA Core. La differenza tra le proposte Nvidia è dunque da ricercarsi nel clock operativo e nella tipologia di connessione verso le memorie.
In questo caso, GT 750M vanta una frequenza di 967 MHz, GT 745M invece lavora a 837 MHz, passando a GT 740M e GT 735M, con clock di 980 MHz e 889 MHz, rispettivamente.
nvidia-geforce-gt-700m-nuove-gpu-per-notebook-4.jpgVa precisato che le attuali varianti sono dotate della tecnologia GPU Boost di seconda generazione. Ogni frequenza di base citata può perciò essere incrementata in base alle analisi effettuate in tempo reale dall’algoritmo dedicato sviluppato dal chip maker.
Il sistema dovrebbe garantire un incremento delle prestazioni del 15%, sfruttando un’infrastruttura capace di operare in pieno automatismo.
nvidia-geforce-gt-700m-nuove-gpu-per-notebook-5.jpgUna prima soglia di incremento si basa sull’analisi delle temperature e opera in modo conservativo.
In aggiunta è possibile sfruttare un secondo step per aumentare la velocità di esecuzione degli applicativi, grazie alla piattaforma intelligente, capace di analizzare i differenti contesti operativi e di gestire l’hardware in base alle reali esigenze delle App caricate. Operando in questo modo, GPU Boost 2.0 consente di “spremere” il massimo delle capacità dal portatile, il tutto senza eccedere ai limiti termici o elettrici dell’intero sistema.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota