LenovoEMC, ecco il nuovo sistema operativo LifeLine 4.0

Pubblicato il: 10/04/2013
Autore: Daniele Preda

LenovoEMC annuncia la disponibilità del nuovo ambiente operativo LifeLine 4.0 che sarà alla base dei prodotti per lo storage Iomega.

Con LifeLine 4.0, LenovoEMC amplia le funzionalità di elaborazione e sicurezza degli apparati di storage per le aziende di piccole e medie dimensioni. Il sistema include la tecnologia Integrated Virtualization Technology, snapshot, pool cache SSD, sicurezza iSCSI, autenticazione ibrida Active Directory e numerose altre caratteristiche. Questa versione sarà scaricabile nel corso delle prossime settimane e installabile sui dispositivi di rete Serie ix e px.
Ecco nel dettaglio le specifiche rinnovate della piattaforma LifeLine 4.0:
Snapshot, per il ripristino point-in-time del backup di un volume di storage. Questa attività può essere effettuata mentre il dispositivo di storage sta scrivendo
Ripristino del volume della sorgente al suo precedente stato
Volume Shadow Copy (VSS) Provider
Caching SSD (Cache Pools), Pool di drive allo stato solido progettati per incrementare automaticamente la velocità di lettura e scrittura. Il sistema prevede l’inserimento automatico nella cache dei file frequentemente letti e scritti su uno storage array SSD e la protezione RAID dei dati sul pool di cache SSD
IVX (Integrated Virtualization Technology) con gestione di diverse macchine virtuali (VM) sugli array rackmount Iomega px12-400r e px12-450r. Le macchine virtuali possono operare con Linux o Windows e possono avere il proprio hardware virtualizzato privato, come ad esempio le schede di rete, gli hard disk e gli adattatori grafici
- Supporto NFS v4, capace di garantire maggiore sicurezza e gestibilità nelle reti e l’autenticazione Windows Single Sign-On delle risorse storage.
- Active Directory Hybrid Authentication, con modalità di autenticazione locale nel caso in cui non sia disponibile il DC remoto Il sistema operativo di nuova generazione offre inoltre un’elevata disponibilità Active Directory, con connessione a diversi Domain Controllers (DC) e accesso al DC secondario se quello principale è sconnesso.
È supportato il protocollo di sicurezza iSCSI con autenticazione CHAP. Oltre a questo, gli storage serie px garantiscono hard disk di classe server sino a 4 TByte, mentre per tutte le macchine sono disponibili i servizi Twonky Media Server versione 7, Media server DLNA / UPnP e Twonky Media Beam dai dispositivi mobile.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota