AMD riduce i prezzi dei processori

Pubblicato il: 02/05/2013
Autore: Daniele Preda

AMD rinnova il proprio listino processori e sceglie di ridurre i prezzi di numerosi modelli, dalle potenti CPU FX, alle versatili APU “A Series”

Nella roadmap AMD, oltre ai nuovi annunci di processori, APU e GPU, c’è una costante attenzione ai clienti. Proprio per questo, analogamente al lancio di versioni più recenti di CPU AMD FX, è stato recentemente riaggiornato il listino di vendita, che si riferisce al prezzo unitario per lotti di mille processori, tasse escluse.
Questo parametro consente di apprezzare sensibili variazioni e di formulare ipotesi sui cali di prezzo che possiamo aspettarci nelle prossime settimane, anche per il mercato europeo e italiano.
Le versioni del listino desktop a subire una riduzione del prezzo sono tre, per quanto riguarda i modelli FX, dal potente FX-8320 BE, passando a FX-6300 BE, fino alla variante quad-core FX-4300 BE. I tre modelli scendono mediamente del 12% di prezzo, rispetto alla precedente quotazione, e costituiscono ora una interessante variante per la realizzazione di sistemi da casa e workstation entry-level.
amd-riduce-i-prezzi-dei-processori-1.jpgBuona parte delle modifiche a listino comprendono le APU “A Series”, con cinque modelli della famiglia A8 (A8-5600K BE, A8-5500, A8-3820, A8-3800 e A8-3600). Quasi tutti i modelli sono ora disponibili al di sotto dei 100 USD, con sensibili riduzioni rispetto alle precedenti quotazioni e ribassi medi del 14%. AMD ha rivisto anche il prezzo della APU A6-5400K BE, ora disponibile a soli 57 USD.
Una delle poche soluzioni Phenom II ancora disponibili nel portfolio AMD e compatibile con il Socket AM3/AM3+ è stata ribassata di oltre il 10%. Parliamo del Phenom II X4 965 Black Edition, che ha raggiunto la soglia dei 108 USD.
Nel complesso, si tratta di una revisione naturale dei prezzi, che consente di mantenere i prodotti appetibili sul mercato e riposiziona i differenti processori in rapporto alle nuove unità già presentate, o che saranno lanciate nei prossimi mesi.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota