Intel porta al Computex nuove CPU e sistemi LTE

Pubblicato il: 05/06/2013
Autore: Daniele Preda

Il Computex, per Intel, rappresenta un punto di partenza per riprogettare l'esperienza mobile dei consumatori. Il chip maker ha presentato le CPU Haswell, nuovi processori Atom a 22 nm, oltre a un innovativo modulo LTE.

La recente introduzione dei processori con architettura Haswell, presentati come la quarta generazione di CPU Core, da parte di Intel, ha dato il via alla diffusione di nuovi prodotti e dispositivi, soprattutto in ambito mobile. Intel auspica l’introduzione di più unità multifunzioni, convertibili, staccabili, secondo un’ottica 2-in-1, per la massima mobilità ed ergonomia.
Questi processori vanno in quella direzione, offrendo performance, consumi ridotti e una sezione grafica rinnovata, per Ultrabook di nuova concezione e portatili sottili e leggeri. Il Computex di Taipei, in corso di svolgimento, rappresenta una vetrina importante per il chip maker e tutti i partner, dove saranno messe in mostra tutte le novità tecnologiche e le piattaforme che caratterizzeranno il mercato dei prossimi mesi.
intel-il-futuro-in-anteprima-al-computex-2.jpgIn particolare Tom Kilroy, Executive Vice President di Intel, ha affermato che sono in cantiere oltre 50 diversi modelli di dispositivi due in uno, in un'ampia gamma di fasce di prezzo, tra cui gli Ultrabook due in uno di fascia alta, basati sui nuovi processori Intel Core, oltre ad altri modelli con CPU a 22 nm Silvermont.
Secondo Intel, i sistemi dotati di infrastruttura Haswell possono beneficiare di un’autonomia superiore del 50%, rispetto alla passata generazione e raggiungere le 9 ore con carichi attivi. I processori Core di quarta generazione costituiscono la prima declinazione di SoC ad alte prestazioni per PC, attualmente disponibili nelle varianti quad-core, alle quali seguiranno ulteriori modelli con specifiche aggiornate.
Grazie alla grafica Intel Iris, disponibile per alcune versioni, sarà possibile sfruttare estensioni visive
analoghe a quelle gestite da GPU discrete
, con un vantaggio in termini di performance e autonomia.
Tra le peculiarità degli Ultrabook di nuova generazione, il pieno supporto degli schermi touch, il riconoscimento vocale e facciale, oltre ad altre tecnologie che costituiscono il cosiddetto “computing percettivo”.
intel-il-futuro-in-anteprima-al-computex-1.jpgIntel accelera l’esperienza d’uso degli utenti tablet e smartphone, proponendo la microarchitettura Intel Silvermont a 22 nm, a basso consumo e ad elevate prestazioni.
I primi tablet saranno disponibili in commercio nelle festività del 2013 disporranno di SoC Atom quad-core Bay Trail-T, dotati di una GPU superiore alle attuali soluzioni e di una CPU con performance raddoppiate. Parliamo di dispositivi con autonomia di 8 ore di reale utilizzo, settimane in stand-by e capaci di supportare Windows 8.1 e Android.
intel-il-futuro-in-anteprima-al-computex-3.jpgIn occasione del Computex, Kilroy ha inoltre presentato per la prima volta la soluzione multimodale Intel 4G LTE, in abbinamento al SoC Atom quad-core a 22 nm. Il modulo Intel XMM 7160 è una versione LTE multimodale-multibanda a basso consumo, capace di supportare il roaming LTE globale in un'unica SKU.
Con numerosi smartphone basati su silicio Intel già in distribuzione in più di 30 Paesi, Kilroy ha anticipato gli sviluppi futuri. Ha presentato per la prima volta una piattaforma di riferimento per smartphone basata su "Merrifield", che offrirà livelli superiori di prestazioni e durata della batteria. La piattaforma include un hub di sensori integrato per servizi personalizzati, oltre a funzionalità per la protezione di dati, dispositivi e privacy.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota