IBM valorizza i Managed Service Provided

Pubblicato il: 19/06/2013
Autore: Redazione ChannelCity

IBM è alla ricerca dei Managed Service Provider presenti sul territorio italiano. A loro garantisce supporto tecnico, soluzioni hardware e software, finanziamento e un programma di canale ad hoc, come precisa Alberto De Angelis, responsabile Pmi di IBM Italia.

Il mercato dei servizi IT è in continua evoluzione. Oggi le aziende, soprattutto le realtà di piccole e medie dimensioni senza un’adeguata struttura IT interna, si rivolgono agli operatori specializzati nel mondo dell’IT per dotarsi di infrastrutture e applicazioni in modalità remota, dall’hosting fino al cloud computing.
“Oggi IBM osserva che i servizi IT di tipo tradizionale tendono a essere meno di attualità all’interno delle aziende, in quanto richiedono di dotarsi di infrastrutture costose, personale specializzato e competenze adeguate. Per contro, si stanno affermando gli operatori che forniscono servizi IT in modalità ‘as a service’, facendo leva su paradigmi tecnologici innovativi quali la virtualizzazione e il cloud computing”, spiega Alberto De Angelis, responsabile Piccole e Medie Imprese di IBM Italia. Per tenere il passo di questa tendenza  IBM ha lanciato un programma dedicato ai Managed Service Provider, costituito da un set di iniziative appositamente studiato per questa tipologia di operatori.
“In un mercato che evolve anche gli operatori deveno tenere il passo del cambiamento. Così come evolve IBM stessa, che vuole abilitare il canale a erogare servizi in modalità cloud. Si tratta di una categoria già presente all’interno dell’ecosistema di partner IBM, che, però, negli ultimi anni ha subìto un processo di evoluzione e accelerazione, tanto da richiedere un programma ritagliato su misura”, sottolinea De Angelis. Come spiega il manager, i partner che rientrano in questa tipologia di operatori si suddividono in due macro-categorie:
  • Business Partner IBM tradizionali, che per necessità o per scelta evolvono il proprio modello di business in un’ottica di service provisioning;
  • Nuovi operatori appartenenti a nicchie specifiche della fornitura di servizi IT che, spinti dalle necessità crescenti del mercato, trasformano il loro modello di business estendendo il ventaglio dell’offerta. “Un tipico esempio di Msp sono gli operatori del mercato mobile che entrano nelle aziende per la fornitura di un certa tipologia di servizi, e, col tempo, per rispondere alle necessità crescenti di mobilità, estendono il bagaglio di offerta”.
Per chi vuole saperne di più basta cliccare qui.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota