Fujitsu Backup as a Service, il cloud ibrido al servizio del backup

Pubblicato il: 17/07/2013
Autore: Daniele Preda

Fujitsu presenta il servizio BaaS, “Backup as a Service”, strutturato per le imprese che desiderano maggiore flessibilità e sicurezza per quanto riguarda le operazioni di backup e recovery.

Fujitsu rende disponibile il servizio di backup e recovery “Backup as a Service” (BaaS), una piattaforma cloud per imprese di qualsiasi dimensione. Il sistema offre flessibilità, scalabilità e agilità operativa, grazie alla tecnologia EVault, oltre un’elevata sicurezza end-to-end, indispensabile per la protezione dei dati aziendali.
Fujitsu BaaS rappresenta il nucleo dell’offerta cloud, strutturato per garantire alle imprese ampia scelta e innovazione. Grazie alla moderna e flessibile piattaforma è possibile implementare strategie di backup ibrido su cloud, capaci di gestire sia i dati on-premise tradizionali, sia quelli residenti nel cloud stesso.
In questo modo le aziende potranno archiviare e recuperare le informazioni da server, database e sistemi, e archiviarle in un data center Fujitsu Cloud IaaS Trusted Public S5. Fujitsu fa sapere che, a breve, sarà possibile stoccare i dati anche al di fuori del sito di riferimento, per esempio tramite hosting di terze parti o nel data center del cliente.
fujitsu-backup-as-a-service-il-cloud-ibrido-al-ser-1.jpgPer attivare il servizio è possibile effettuare una richiesta tramite un portale “self-service” o abilitare un pacchetto sotto forma di servizio gestito. Nel complesso, la soluzione Fujitsu BaaS offre interessanti vantaggi:
- Riduzione dei costi, grazie ad un abbonamento mensile in base al quale il cliente paga ciò che utilizza.
- Protezione dei dati – con i massimi livelli di tutela – anche tramite tecniche crittografiche di livello militare per tutti i dati, sia di passaggio che stazionari.
- Riduzione dei tempi di backup – sfruttando avanzate tecnologie  di ottimizzazione delle connessioni WAN per la massima efficienza nell'uso della banda disponibile.
- Ottimizzazione del footprint storage – l'intero dataset viene acquisito durante il primo backup, registrando nei backup successivi solo le modifiche incrementali.
- Riduzione delle complessità di gestione – grazie a un portale self-service intuitivo che semplifica la schedulazione, la selezione dei periodi di conservazione, la visualizzazione dello stato di avanzamento dei job e gli alert – ed esegue i ripristini.
- Aumento della flessibilità – grazie a un servizio su abbonamento mensile che può essere scalato sulla base delle esigenze future, limitando il TCO e gli investimenti iniziali.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social