Nvidia Quadro K6000, il top per il visual computing

Pubblicato il: 24/07/2013
Autore: Daniele Preda

Nvidia annuncia la nuova GPU Quadro K6000, potente soluzione per il calcolo parallelo, il rendering professionale e il visual computing. Il produttore innova anche il comparto delle workstation mobile con la nuova generazione Quadro KxxxxM.

La famiglia Quadro è ora completa, Nvidia ha svelato le specifiche del modello di punta Quadro K6000, destinato agli scenari operativi più complessi. Oltre a poter gestire animazioni in computergrafica fotorealistiche, il processore può essere adottato per il visual computing, per la ricerca scientifica, per i sondaggi del suolo e la ricerca di nuove fonti energetiche.
nvidia-quadro-k6000-il-top-per-il-visual-computing-1.jpgLa nuova board di riferimento dispone di un processore con 2.880 CUDA Core e l’impressionante quantitativo di memoria di 12 GByte GDDR5.
La scheda sfrutta lo slot di comunicazione PCI Express 3.0 x16 ed è dotata di un ingombrante involucro che ospita il radiatore attivo, indispensabile per dissipare l’energia generata (consumo massimo 225 W).
nvidia-quadro-k6000-il-top-per-il-visual-computing-3.jpgQuesta generazione adotta l’architettura Kepler ed è in grado di gestire display 4K e sino a quattro monitor contemporaneamente, tramite le porte DVI-I, DVI-D e DisplayPort.
Sono supportate le API OpenGL 4.3, le DirectX 11 Shader Model 5.0 e non mancano le capacità di gestione SLI, Quadro Sync, 3D Vision Pro, Mosaic Technology e nView Desktop Management Technology.
Per quanto riguarda la disponibilità della potente Quadro K6000, i primi campioni saranno rilasciati all'inizio dell'autunno dai principali vendor di workstation a livello mondiale.  
nvidia-quadro-k6000-il-top-per-il-visual-computing-2.jpgParallelamente al lancio della nuova gestione Quadro per desktop, Nvidia ha rivelato i dettagli della famiglia di GPU professionali per workstation mobile. La prima declinazione disponibile è denominata Quadro K5100M e farà da “apripista” per l’intera linea di soluzioni, che comprende le GPU Quadro K4100M, K3100M, K2100M, K1100M, K610M e K510M.
Le varianti Quadro K5100M, K4100M e K3100M sono pensate per notebook con schermo da 17,3” e dispongono rispettivamente di 1.536, 1.152 e 768 CUDA Core. Parliamo di modelli con memorie GDDR5, per un totale di 8 GByte nella versione top e di 4 GByte per le restanti soluzioni. In questo caso il bus di comunicazione è a 256 bit, per una banda passante di 115,2 GB/s per la K5100M e 102,4 GB/s per le altre GPU.  
nvidia-quadro-k6000-il-top-per-il-visual-computing-4.jpgLe altre versioni annunciate oggi sono invece strutturate per garantire performance adeguate ai portatili con fattore di forma più compatto e display da 15,6”. In questo caso Quadro K2100M e K1100M vantano 576 e 384 CUDA Core, rispettivamente, affiancati da 2 GByte di RAM GDDR5 su bus a 128 bit. Parliamo di soluzioni da 55 W e 45 W, non particolarmente esigenti in termini di dissipazione termica, rispetto alle varianti al vertica, con TDP di 100 W. Le versioni entry-level della famiglia, Quadro K610M e K510M dispongono entrambe di 192 CUDA Core, 1 GByte di RAM GDDR5 e un bus di comunicazione a 64 bit. Il TDP dichiarato è di 30 W.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota