Corsair, alimentatori ultrasilenziosi serie RM

Pubblicato il: 13/09/2013
Autore: Daniele Preda

Corsair svela i dettagli della nuova generazione di alimentatori RM, unità silenziose certificate 80 PLUS Gold e realizzate in formato ATX, per sistemi desktop e workstation.

Le unità della serie RM di Corsair sostituiscono i precedenti modelli della generazione TX e offrono una maggiore efficienza e silenziosità. Queste varianti ATX per sistemi desktop sono infatti certificate 80 PLUS Gold e sono in grado di convertire la maggior parte di corrente in entrata in energia utile al PC, con il minor spreco di energia possibile e con temperature d’esercizio contenute.
corsair-alimentatori-ultrasilenziosi-serie-rm-3.jpgProprio per questo si differenziano per l’elevata silenziosità e possono operare con la ventola interna spenta sino a determinati carichi di lavoro. In questo modo il PC risulta poco rumoroso e adatto ad ambienti dove è importante rispettare determinate soglie di rumore. Gli alimentatori Serie RM sono disponibili in una gamma che parte da 450 W fino a 1.000 W e sono compatibili con i più recenti processori Intel Core Ivy Bridge E e Haswell.
corsair-alimentatori-ultrasilenziosi-serie-rm-1.jpgIn aggiunta, per i più esigenti, grazie al cavo Corsair Digital Bridge, incluso nel modello RM1000 e opzionale con gli altri modelli, è possibile collegare gli alimentatori RM alla scheda madre del PC o a un hub Corsair Link. Sfruttando il relativo software è possibile effettuare un monitoraggio in tempo reale della velocità delle ventola e dell’erogazione di potenza sul +12V.
corsair-alimentatori-ultrasilenziosi-serie-rm-2.jpgInoltre, La Serie RM è totalmente modulare e dotata di cavi a basso profilo, per una maggiore pulizia di assemblaggio ed un miglior flusso d’aria attraverso il telaio del PC.
Questi alimentatori saranno disponibili a partire da settembre presso i rivenditori e distributori autorizzati Corsair di tutto il mondo, con prezzi compresi tra i 99,99 USD e 199,99 USD.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota