DataCore presenta SANsymphony-V al VMworld Europe 2013

Pubblicato il: 14/10/2013
Autore: Daniele Preda

Il VMworld Europe 2013 è la vetrina che ospiterà l’annuncio in anteprima della nuova piattaforma per lo storage virtualizzato DataCore SANsymphony-V.

DataCore Software presenta al VMworld 2013 le più recenti innovazioni apportate alla piattaforma di virtualizzazione dello storage SANsymphony-V. La nuova release offre scalabilità, servizi di replicazione di nuova generazione per disaster recovery e funzionalità di riparazione automatica dello storage, oltre a una maggiore integrazione di piattaforma con i servizi di recupero della capienza inutilizzata VMware VAAI e al plug-in vCenter aggiornato.
Tra le innovazioni introdotte, il supporto per i servizi di tiering e di accelerazione delle prestazioni a livello infrastrutturale, ideati per la scalabilità orizzontale in gruppi di flash, SSD e dischi magnetici di qualunque produttore. Il sistema permette di accelerare le applicazioni di primo livello e i carichi di lavoro virtualizzati. Analogamente alla nuova infrastruttura, DataCore Software ha lanciato una campagna a livello europeo per illustrare i benefici della virtualizzazione dello storage e delle architetture di storage definite dal software. Sul sito “Smetti di combattere con lo storage” sono disponibili risorse informative come webcast, collegamenti a serie video dedicate, white paper, guide “Come Fare” e casi di successo locali. Tra gli esempi, molti riferimenti concreti ad aziende e clienti che hanno realizzato data center definiti dal software e sono stati in grado di massimizzare la produttività aziendale nel breve periodo.
datacore-presenta-sansymphony-v-al-vmworld-europe--1.jpgDi fatto, ad oggi, numerosi data center sfruttano le tecnologie di DataCore, per rispondere in modo conveniente alle esigenze di prestazioni e di elevata disponibilità.
DataCore SANsymphony-V è, inoltre, ottimizzata per il deployment dell’infrastruttura virtuale VMware DataCore SANsymphony-V, una soluzione per l’elevata disponibilità semplice e scalabile. Tra le funzionalità più rilevanti, il supporto esteso per una veloce ottimizzazione “in-memory”, utilizzando le tecnologie di caching tramite DRAM e di auto-tiering nelle tecnologie flash, mirroring sincrono a livello metropolitano e replicazione estesa a velocità più elevata, oltre a nuovi servizi per il disaster recovery e il ripristino da sito remoto. Sfruttando un plug-in aggiornato per VMware vCenter è possibile effettuare provisioning, condivisione, clonazione, replicazione ed espansione dei dischi virtuali su server fisici e macchine virtuali, il tutto senza interrompere i servizi.  

La versione di SANsymphony-V, disponibile dal primo novembre 2013 comprenderà:
- Scalabilità raddoppiata con supporto fino a 16 nodi federati
- Incrementa prestazioni e HA;
- I nodi federati possono coprire distanze metropolitane
- Una nuova generazione di servizi di replicazione remota
- Aumenta la velocità nel disaster recovery
- Nuovi servizi per lo storage con funzionalità di auto-riparazione
- Riducono i tempi di fermo aziendale causati da guasti all’hardware
- Nuovi servizi di mobilità dei dati tra pool di storage senza interruzione dei servizi
- Aumentano la resilienza complessiva
- Nuovi servizi di integrazione dell’Hypervisor
- Riducono il carico di lavoro degli host accelerando prestazioni e operazioni di spostamento dei dati (VAAI, ODX)
- Nuovi servizi per il recupero dello spazio inutilizzato
- Permettono alle strutture IT di riutilizzare la capienza inutilizzata
- Nuova gestione del controllo delle modifiche e dei log dei processi di valutazione
- Aiuta a prevenire errori evitabili e a semplificare l’identificazione dei problemi

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota