Kaspersky, malware per piattaforme mobile in crescita

Pubblicato il: 21/11/2013
Autore: Daniele Preda

Kaspersky mette in guardia contro le più recenti tipologie di attacco e sui malware e trojan progettati per accedere al conto bancario degli utenti.

Kaspersky analizza costantemente il traffico di rete e mette in guardia sulla rapida crescita di attacchi mirati per il furto dei dati. Il terzo trimestre del 2013 ha visto una forte specializzazione dei produttori di malware sulle piattaforme mobile.
kaspersky-malware-per-piattaforme-mobile-in-cresci-1.jpgGli esperti hanno infatti rilevato, nel mese di giugno, il nuovo Trojan Svpeng, in grado di accedere al conto bancario della vittima direttamente dal proprio smartphone. Questo è un approccio molto più semplice del tradizionale percorso “smartphone-plus-computer” di solito utilizzato da questo tipo di malware. A differenza di altri malware (ZitMo, SitMo), Spveng permette ai cyber criminali di rubare denaro dopo aver infettato solo un dispositivo: lo smartphone del vittima.
Il malware controlla il saldo del conto tramite il servizio di banking online e l’utente riceve una risposta che propone di ricaricare il credito del cellulare. In questo modo consente i trasferimenti di denaro dal conto bancario dell'utente al cellulare del criminale informatico che ha poi accesso diretto al conto e può incassare la somma.
A settembre, invece, è stato individuato il primo caso di utilizzo di botnet di terze parti per distribuire Trojan. Questo aumenta notevolmente l'area di infezione ed è stato il principale fattore che ha contribuito alla diffusione di Obad, il Trojan Android più sofisticato rilevato fino ad ora.
Stando alle rilevazioni dei Kaspersky Lab, il 97,5% di tutti gli attacchi colpisce il sistema operativo Android ed è progettato per rubare soldi o dati personali.
Sempre nel mese di settembre è stato rilevato Icefog, un gruppo APT che si è focalizzato sulla Corea del Sud e sul Giappone, colpendo le catene di approvvigionamento delle aziende occidentali. Si tratta di un approccio “mordi e fuggi” che sottolinea un trend emergente, quello delle piccole gang che distribuiscono informazioni specifiche con elevata precisione.
Nel complesso Kaspersky consiglia una costante vigilanza, indipendentemente dalla piattaforma in uso, per garantire la protezione dei propri dati sensibili e la sicurezza del proprio conto bancario.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota