Alcatel-Lucent, nuove capacità Software Defined Networking per il mercato enterprise

Pubblicato il: 11/12/2013
Autore: Daniele Preda

Alcatel-Lucent rende disponibile il supporto per OpenFlow e l'integrazione di OpenStack negli OmniSwitch di Alcatel-Lucent e mostra pratici casi d'utilizzo di SDN per migliorare le reti aziendali.

Alcatel-Lucent ha sviluppato la piattaforma Software Defined Networking (SDN) per i dispositivi OmniSwitch Ethernet LAN della divisione Enterprise, studiata per supportare le aziende che devono gestire applicazioni on demand e in mobilità.
Il sistema nasce per semplificare la complessità dell’IT e per aiutare gli amministratori nella continua rincorsa verso le nuove tecnologie e i nuovi scenari di lavoro. Di fatto, Alcatel-Lucent estende l’approccio proprietario “Application Fluent Network”, per realizzare soluzioni basate su SDN in modo conveniente. Tra le peculiarità dell’infrastruttura, l'automazione e il provisioning, per la risoluzione di problemi concreti  per migliorare la “user experience”. Con la piattaforma Software Defined Networking, gli OmniSwitch di Alcatel-Lucent possono ora vantare il supporto OpenFlow e l'integrazione OpenStack, il tutto tramite un aggiornamento software gratuito.
alcatel-lucent-nuove-capacit-software-defined-netw-1.jpgTra le peculiarità più innovative:
- Il supporto per OpenFlow 1.3 va ad aggiungersi al supporto API RESTful rilasciato in precedenza sui prodotti OmniSwitch, fornendo un'interfaccia aggiuntiva SDN northbound per l'interoperabilità in un ambiente SDN aperto e multi-vendor. Alcatel-Lucent ha dimostrato il suo impegno verso le iniziative a favore degli standard del settore partecipando alla “Open Network User Group (ONUG) plugfest” che si è tenuta nell’ottobre 2013. In quanto membro del "SDN Application Center partner program" di NEC, Alcatel-Lucent ha assicurato l’integrazione dell’interfaccia SDN nel suo OmniSwitch 6900 con le API northbound del ProgrammableFlow di NEC. Alcatel-Lucent Enterprise si è focalizzata sull’implementazione e l’interoperabilità di soluzioni basate su standard per offrire alle aziende un'infrastruttura aperta. Un esempio di questo approccio è riscontrabile nel test di interoperabilità dello Shortest-Path-Bridging condotto a Las Vegas durante l’evento Interop 2013.
- L’integrazione di OpenStack fornisce ulteriori interfacce southbound SDN che consentono la realizzazione di ecosistemi SDN virtualizzati aperti e multi-vendor.
- Un nuovo modulo disponibile per OmniSwitch 6900 con un’interfaccia Native Fibre Channel e un gateway Fibre Channel-to-Fibre Channel over Ethernet (FCoE) integrati, consentono la convergenza di storage e dati nella rete data center. Questa capacità è stata testata con Storage Area Network (SAN) di QLogic e array di storage NetApp.

Ecco alcuni esempi casi di utilizzo di soluzioni SDN e dei possibili benefici pratici:
-Ottimizzazione dei flussi di traffico wireless (Wi-Fi) Gli OmniSwitch di Alcatel-Lucent abilitati per OpenFlow, operando con i controller wireless Aruba, possono instradare dinamicamente il traffico per garantire prestazioni ottimali, migliorando l'esperienza utente nell’utilizzo di applicazioni real-time che necessitano di molta banda su reti wireless.
-Maggiore sicurezza per i flussi di traffico delle applicazioni Al rilevamento di un'applicazione o un flusso di traffico indesiderati, viene immediatamente creata e applicata a livello OmniSwitch una policy di sicurezza automatica per fermare il traffico di rete dannoso. Questa funzionalità sfrutta le interfacce RESTful e Application Fingerprinting offerte dagli OmniSwitch di Alcatel-Lucent e da Radware DefensePro.
-Software Defined Data Center All’interno del Data Center, per via della convergenza tra reti di storage e dati, l'interfaccia programmabile fornisce una policy coerente per migliorare la fruizione delle applicazioni. Lo storage basato su IP e fiber channel può essere gestito sulla rete convergente del data center attraverso le interfacce programmabili disponibili sugli OmniSwitch di Alcatel-Lucent, consentendo la realizzazione di un vero e proprio Software Defined Data Center.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social