Panasonic, ecco le nuove telecamere termiche

Pubblicato il: 17/12/2013
Autore: Daniele Preda

Panasonic annuncia la gamma di telecamere termiche progettate per la videosorveglianza continua e capaci di rilevare soggetti in totale assenza di luce.

Panasonic System Communications Company Europe ha sviluppato una nuova linea di telecamere termiche, progettate per la videosorveglianza 24 ore su 24 giorno/notte.
Questi modelli si distinguono per l’adozione di una piattaforma tecnologica evoluta e al passo coi tempi e per l’utilizzo di uno chassis robusto e durevole (resilienza IP66). I modelli appena introdotti vantano un sistema di motion detection integrato, una capacità di visione notturna anche in assenza di illuminazione.
panasonic-ecco-le-nuove-telecamere-termiche-1.jpgTra le molte novità, la capacità di riprendere persone e veicoli anche in mezzo a fogliame e con presenza di fumo, la possibilità di identificare eventuali individui che cercano di nascondersi o camuffarsi nel contesto. Questi modelli possono essere adottati anche per il monitoraggio ad ampio spettro, possono captare una persona da una distanza di 1,5 Km e un veicoli da 4 Km.
Internamente, le telecamere termiche Panasonic sfruttano un sensore termico microbolometrico non raffreddato in silicio, disponibile in una gamma di risoluzioni da 384x288 pixel a 640x480 pixel, con uno spettro di frequenza del sensore maggiore di 9Hz / 25Hz. Il sensore da 384x288 pixel ha una sensibilità termica di 50 mK, mentre quello da 640x480 pixel garantisce 70 mK. Uno spettro di sensibilità di 8 μm / 14 μm assicura una chiarezza dei dettagli anche in contesti di ripresa notturni o più critici. I nuovi modelli sono disponibili con una gamma di lenti da 15 mm a 45 mm ed è possibile inoltre ordinare altri formati per specifiche applicazioni.
panasonic-ecco-le-nuove-telecamere-termiche-2.jpgL’interfacciamento alle reti LAN è garantito dall’encoder monocanale integrato che permette l’invio di stream multipli H.264 (High profile) e JPEG, con risoluzione di immagine VGA/D1 e la conversione del segnale video in ingresso da interlacciato a progressivo per rendere più chiare le immagini in movimento.
Il sistema PoE+ assicura sia la connettività di rete che l’alimentazione con singolo cavo, il che riduce notevolmente i costi di installazione ed i tempi di set-up, mentre la compatibilità Plug and Play con i registratori e i software di Panasonic è in grado di assicurare anche una veloce configurazione all’interno di un sistema complesso.
La nuova generazione di telecamere termiche può essere integrata in numerosi contesti, dal comparto dei trasporti, per aeroporti, ferrovie e porti marittimi, alle Utilities di energia elettrica, acqua e gas, agli enti governativi, militari, ai centri di ricerca e data center.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota