Crucial in Italia si affida al canale. Intervista ad Andrew Amorati, regional sales manager

Pubblicato il: 25/11/2011
Autore: Marina Macrì

Marchio del colosso Micron, Crucial estende le proprie attività in Italia con l'obiettivo di conquistare importanti quote di mercato, sia con le SSD sia con le DRam. Grazie al supporto strategico di distributori qualificati.

E' una politica strettamente di canale quella che Crucial intende utilizzare in Italia per la commercializzazione delle unità SSD e delle DRam.
Forte dell'appoggio di Micron Technology, multinazionale conosciuta in tutto al mondo al terzo posto nell'ambito delle memorie flash e al 7° posto per quanto riguarda i semiconduttori, Crucial ha già riscontrato successi in altri paesi europei.
Ha iniziato con la Gran Bretagna per poi estendere le proprie attività in Francia, Germania, Olanda e ora in Italia.
"Il 2011 è stato un anno di preparazione – afferma Andrew Amorati, regional sales manager di Crucial – Il 2012 è l'anno della partenza vera e propria… Abbiamo già dei commerciali e stiamo definendo i contratti con i distributori…".
crucial-in-italia-si-affida-al-canale-intervista-a-1.jpgCrucial sarà, infatti, commercializzata esclusivamente tramite il canale. "…La nostra strategia sarà affidata ai distributori. Abbiamo intenzione di sceglierne 3/4 per andare ad approcciare il mercato in maniera significativa. I nostri prodotti saranno veicolati sia nel segmento business sia online, ma sempre tramite i distributori. Ad oggi abbiamo firmato il contratto con Logicom, seguiranno gli altri. Perché, dalla nostra esperienza, riteniamo molto importante avere al nostro fianco distributori validi. Non è importante averne tanti, ma poter contare su realtà qualificate e ben strutturate".
Crucial fa parte di Micron, come Lexar, e assieme al marchio noto per le memorie flash, è "…Il braccio armato" della multinazionale per il mondo consumer e per lo small business. "…Crucial ha iniziato l'attività negli Stati Uniti come negozio online una quindicina di anni fa… Avevamo anche una serie di contratti OEM, ad esempio con HP e Dell – prosegue Amorati – Poi ci siamo espansi in Europa. Come Lexar siamo presenti soprattutto nel mondo retail, ma per le SSD e le DRam dobbiamo puntare sul canale e sugli integratori… Tutta la parte che noi chiamiamo «channel business» sarà seguita tramite i distributori. Al momento abbiamo contatti diretti con qualche cliente, ma saranno mantenuti solo fino a quando non saranno stati definiti i contratti con i partner di canale".
Una volta scelti, Crucial partirà con una serie di attività marketing e di pubbliche relazioni, oltre naturalmente con un programma di canale specifico per presentare la gamma completa.
"…La qualità dei prodotti non si discute, è quella Micron, e siamo già oggi molto competitivi. Come SSD è un po' difficile capire bene come sta andando il mercato, perché è un settore che cambia quasi quotidianamente ed è in veloce espansione".

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota