Crucial in Italia si affida al canale. Intervista ad Andrew Amorati, regional sales manager

Pubblicato il: 25/11/2011
Autore: Marina Macrì

Marchio del colosso Micron, Crucial estende le proprie attività in Italia con l'obiettivo di conquistare importanti quote di mercato, sia con le SSD sia con le DRam. Grazie al supporto strategico di distributori qualificati.

E' una politica strettamente di canale quella che Crucial intende utilizzare in Italia per la commercializzazione delle unità SSD e delle DRam.
Forte dell'appoggio di Micron Technology, multinazionale conosciuta in tutto al mondo al terzo posto nell'ambito delle memorie flash e al 7° posto per quanto riguarda i semiconduttori, Crucial ha già riscontrato successi in altri paesi europei.
Ha iniziato con la Gran Bretagna per poi estendere le proprie attività in Francia, Germania, Olanda e ora in Italia.
"Il 2011 è stato un anno di preparazione – afferma Andrew Amorati, regional sales manager di Crucial – Il 2012 è l'anno della partenza vera e propria… Abbiamo già dei commerciali e stiamo definendo i contratti con i distributori…".
crucial-in-italia-si-affida-al-canale-intervista-a-1.jpgCrucial sarà, infatti, commercializzata esclusivamente tramite il canale. "…La nostra strategia sarà affidata ai distributori. Abbiamo intenzione di sceglierne 3/4 per andare ad approcciare il mercato in maniera significativa. I nostri prodotti saranno veicolati sia nel segmento business sia online, ma sempre tramite i distributori. Ad oggi abbiamo firmato il contratto con Logicom, seguiranno gli altri. Perché, dalla nostra esperienza, riteniamo molto importante avere al nostro fianco distributori validi. Non è importante averne tanti, ma poter contare su realtà qualificate e ben strutturate".
Crucial fa parte di Micron, come Lexar, e assieme al marchio noto per le memorie flash, è "…Il braccio armato" della multinazionale per il mondo consumer e per lo small business. "…Crucial ha iniziato l'attività negli Stati Uniti come negozio online una quindicina di anni fa… Avevamo anche una serie di contratti OEM, ad esempio con HP e Dell – prosegue Amorati – Poi ci siamo espansi in Europa. Come Lexar siamo presenti soprattutto nel mondo retail, ma per le SSD e le DRam dobbiamo puntare sul canale e sugli integratori… Tutta la parte che noi chiamiamo «channel business» sarà seguita tramite i distributori. Al momento abbiamo contatti diretti con qualche cliente, ma saranno mantenuti solo fino a quando non saranno stati definiti i contratti con i partner di canale".
Una volta scelti, Crucial partirà con una serie di attività marketing e di pubbliche relazioni, oltre naturalmente con un programma di canale specifico per presentare la gamma completa.
"…La qualità dei prodotti non si discute, è quella Micron, e siamo già oggi molto competitivi. Come SSD è un po' difficile capire bene come sta andando il mercato, perché è un settore che cambia quasi quotidianamente ed è in veloce espansione".
[tit:tanti servizi incluso un configuratore]
Per agevolare il contatto con la loro tecnologia e con l'offerta, Crucial ha attivato un configuratore che garantisce la completa compatibilità con i computer, PC e Mac. "…Negli altri paesi europei abbiamo fatto un buon lavoro e i risultati sono arrivati. Sono certo – precisa Amorati – Che anche in Italia sapremo lavorare bene. Mettiamo a disposizione anche dei sample, indispensabili in questa prima fase per farci conoscere meglio. I programmi saranno indirizzati sia all'utente finale sia ai rivenditori, e anche ai distributori…".
In Italia ci saranno due persone commerciali dedicate esclusivamente al marchio Crucial. "…La nostra strategia – spiega Amorati – Seguirà un po' quella percorsa con il marchio Lexar. I distributori crucial-in-italia-si-affida-al-canale-intervista-a-3.jpgche sceglieremo dovranno avere la capacità di avvicinare diversi canali, dal B2B alle Pmi ai negozi online. Le SSD e le DRam sono prodotti che hanno bisogno di un supporto alla vendita, soprattutto le DRam che devono essere spiegate al consumatore. Nella nostra gamma ci sono anche i dispositivi USB. I nostri punti di forza sono la qualità e i prezzi, molto competitivi".Canale quindi, che avrà il supporto di un programa dedicato, e vendite online che sarà comunque gestito dai distributori. In Italia i volumi delle vendite di SSD non sono ancora molto elevate, ma Amorati è ottimista: "…Vedremo a partire dal prossimo anno, quando entreremo ufficiamente nel vostro paese. Come DRam abbiamo diversi concorrenti e il mercato è già ben sviluppato, mentre sulle SSD no. E siamo certi di poter conquistare una bella fetta di mercato"
[tit:I nuovi prodotti]
Punto di forza di Crucial, oltre alla tecnologia Micron nota a livello mondiale, è l'ampia gamma di prodotti, in grado di soddisfare le esigenze di consumatori eterogenei. Sia in ambito SSD sia per le DRam. E' il caso, ad esempio, della nuovissima unità SSD Crucial m4 da 2.5 pollici che promette standard molto elevati. A partire dalla velocità in lettura e in scrittura, rispettivamente di 415MB/s e crucial-in-italia-si-affida-al-canale-intervista-a-4.jpg260MB/s, destinata sia ai portatili sia ai desktop, con funzionalità SATA SSD di alto profilo.
Assieme allo SSD è fornito a corredo un kit di trasferimento dati che permette di velocizzare il riversamento dei contenuti dall'hard disk all'unità Crucial, facilmente e in modo completo: dal sistema operativo alle mail.Le SSD, come ammetteva lo stesso Amorati, non sono ancora molto diffuse in Italia. Ma sono una realtà e una valida alternativa al tradizionale hard disk fisso, grazie alla loro affidabilità e alla loro maggiore sicurezza. A differenza di altri competitor, Crucial, essendo parte di Micron, ha il controllo completo sull'intera catena di approvvigionamento. E questo dovrebbe garantire ai partner un supporto migliore rispetto a quanto ricevono da fornitori SSD di terze parti.Se è difficile oggi per Amorati fare affermazioni sul mercato delle SSD nostrano, a livello globale gli analisti stimano che entro il 2013 questo segmento raddoppierà come ricavi e addirittura triplicherà a livello di unità vendute. Con questi prodotti, il canale, sostengono in Crucial, potrà avere margini interessanti e l'opportunità di diversificare il business delle memorie.Compito di Crucial e di Micron sarà anche quello di generare interesse verso questi prodotti. E per sostenere tutto ciò sono previsti importanti investimenti non solo a livello tecnologico, per offrire sempre il massimo, ma anche e soprattutto per generare domanda.A tutto vantaggio dei partner di canale.
Sl fronte delle DRam, Crucial sta spingendo molto la nuova serie Ballistix che comprende memorie di ultima generazione basate su tecnologia all'avanguardia. Prestazioni quindi di altissimo livello in grado di soddisfare i gamer e gli utenti con qualsiasi preparazione. La serie Sport è dotata di termodispersori per migliorare le prestazioni termiche, affiancati a temporizzazioni e tensioni di corrente standard; la serie Tactical è dedicata agli appassionati delle prestazioni, fornisce maggiore velocità e minori latenze. Questi moduli hanno, inoltre, una memoria affidabile DDR2 e DDR3 e una varietà di velocità e densità ideali per la stabilità e la compatibilità del sistema. La serie Elite offre prestazioni ancora più elevate con velocità e tempi avanzati, in grado di essere usata con le piattaforme più innovative.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social