Fujitsu Z-Generation, velocità e integrazione

Pubblicato il: 03/02/2012
Autore: Daniele Preda

Gli scanner professionali Fujitsu Z-Generation sono destinati al mercato professionale, dalle PMI, fino alle realtà distribuite di tipo Enterprise. Tra i pregi, l'elevata integrazione con i processi produttivi e l'ottima velocità di scansione.

In occasione della presentazione alla stampa dei nuovi scanner professionali Fujitsu Z-Generation, abbiamo incontrato Maurizio Barondi, Marketing & Communication Manager PFU e Klaus Schultz, Manager of Product Marketing EMEA PFU.
Con loro abbiamo approfondito le tematiche di integrazione degli scanner all'interno delle aziende del nostro territorio ed abbiamo analizzato le caratteristiche peculiari dei quattro modelli annunciati.
fujitsu-z-generation-velocita-e-integrazione-1.jpgFujitsu fi-6130z - velocità 80 immagini al minuto (A4 colore - F/R - 200 DPI)Fujitsu sviluppa scanner dal 2001, anno in cui quando fu introdotto il primo scanner desktop, e oggi è tra i leader di mercato, con una base installata di diverse centinaia di migliaia di unità in tutto il mondo. Tramite i partner e i distributori, infatti, Fujitsu serve realtà produttive di grandi dimensioni come istituti di credito, assicurazioni e enti pubblici.
Con la nuova Z-Generation, il produttore si rivolge al mercato professionale, dalle realtà medio/piccole, fino alle strutture enterprise con numerose sedi sussidiarie. La filosofia di fondo prevede la semplificazione delle procedure di scansione, in modo da offrire, con una sola linea di prodotti, un sistema adeguato alle strutture ad alta integrazione, ma anche al singolo utente.  
fujitsu-z-generation-velocita-e-integrazione-4.jpgI modelli disponibili sono: fi-6130z,fi-6230z, fi-6140z, fi-6240z.
Si tratta di scanner compatti, facilmente trasportabili e con una dotazione software di ottimo livello. Le varianti fi-6130z e fi-6140z dispongono di un caricatore ADF da 50 pagine e sono in grado di acquisire sino a 80 pagine e 120 pagine, rispettivamente, lavorando in modalità F/R a 200 DPI.  In aggiunta il modello fi-6140z/6240z offrono una connettività sia USB 2.0 e SCSI.
La produttività giornaliera tipica è di 4.000 pagine per la variante fi-6130z e di 6.000 pagine per lo scanner fi-6140z.
Per chi avesse necessità di un piano di scansione A4 standard, sono disponibili i modelli da 80 e 120 pagine al minuto fi-6230z e fi-6240z. Tutti i modelli vantano consumabili ad elevata durata, capaci di sostenere cicli di lavoro per un totale di 200.000 pagine. Gli scanner comprendono un sistema di rilevazione intelligente della carta, che consente il caricamento di fogli di formato diverso e con orientamento diverso, senza incorrere in problemi di ricezione della carta o lettura della pagina.
fujitsu-z-generation-velocita-e-integrazione-2.jpgFujitsu fi-6230z con piano di scansione flatbed A4Grazie al controllo zonale e al multi-feed evoluto è possibile inserire documenti di ogni tipo, lo scanner è infatti capace di riconoscere i formati e di individuare eventuali anomalie dovute a una doppia cattura di pagina.
Il sistema consente di impostare aree definite della pagina dove possono essere presenti pieghe o allegati incollati, come per esempio un Post-IT. Selezionando lo spessore e la tipologia dei possibili allegati, lo scanner ne permetterà il passaggio, filtrando il documento come valido. Lo stesso dicasi per le buste e i formati particolari, come il cartoncino, la carta matte o quella copiativa, molto delicata.
In questo caso, gli scanner Fujitsu dispongono di una funzione di protezione della carta, che ne evita il danneggiamento, lo strappo e la formazione di possibili pieghe. Il percorso carta permette inoltre la scansione di documenti semirigidi, come carte di credito o tessere di riconoscimento, con spessore sino a 1,4 mm. Il bundle comprende un vassoio A3 che permettere la scansione di documenti A3 tramite l'ingresso automatico per documenti A4. In aggiunta, a livello opzionale, per i modelli fi-6130Z e fi-6140Z è disponibile un imprinter (endorser) per la gestione post-imprinter a livello di scanner desktop.
Tutte le immagini acquisite sono successivamente trattate tramite due motori di post-elaborazione, che permettono di ruotare, ripulire e migliorare la leggibilità delle informazioni memorizzate. I due sistemi a disposizione sono VRS 5.0 virtual rescan e IPC (Image Processing Controls).

[tit:Integrazione e facilità d'uso]Fujitsu, con queste nuove unità scanner, intende arricchire la propria offerta verso i clienti. Per farlo ha migliorato la suite software che accompagna i dispositivi e ha lavorato intensamente per semplificare le procedura di scansione, archiviazione, ma anche quelle di manutenzione e installazione.
Seguendo il concetto di scansione decentralizzata, Fujitsu propone il sistema di funzionamento ScanSnap, che permette l'invio dei documenti direttamente verso un PC, una cartella di rete e persino verso servizi Cloud, come per esempio EverNote e Google Docs. Questa piattaforma, introdotta inizialmente nel 2002 consente l'acquisizione semplificata dei documenti, secondo numerosi formati e, successivamente, la condivisione immediata in rete.
fujitsu-z-generation-velocita-e-integrazione-5.jpgI nuovi scanner possono acquisire documenti semirigidi come carte di credito, con spessore sino a 1,4 mm.Sfruttando lo ScanSnap mode è possibile selezionare formati e modalità indipendentemente, prima o dopo che la scansione sia effettuata, generando veri e propri workflow personalizzati.
Via software è disponibile un pratico pannello di controllo per la gestione delle tipologie di file (Word, PDF, JPG, eccetera) e per la verifica del flusso dati. Possiamo, in questo modo, selezionare quale programma dovrà essere utilizzato per "leggere" i file scansionati. Oltre all'invio in una cartella, locale o di rete, è possibile inviare il file a una nuova mail, verso Word, Excel, PowerPoint e SharePoint, sfruttando il riconoscimento OCR FineReader.
Con ScandAll Pro V2 è persino possibile personalizzare le funzioni predefinite dello scanner e accessibili tramite i pulsanti integrati (Scan-to-Process).
fujitsu-z-generation-velocita-e-integrazione-3.jpgNel dettaglio il pannello di controllo dello scanner, indispensabile per il controllo stand-alone del dispositivo.In questo modo, selezionando il programma precedentemente impostato è possibile inserire documenti, avviare la scansione e archiviare nel percorso corretto i dati, il tutto senza dover interrompere lo nostre abituali attività di lavoro. Questo consente una riduzione dei costi e un abbattimento dei tempi di formazione del personale.
Se dunque, per esempio, dobbiamo scansionare, bolle, fatture o qualsiasi altro documento, potremo selezionare il profilo di scansione  adeguato, tramite il display dello scanner e avviare la cattura delle singole pagine.
Per assicurare la massima flessibilità d'impiego, i nuovi scanner Fujitsu sono in grado di riconoscere specifici "separator sheet", contenenti bar code e particolari barre lungo i profili del foglio, chiamate patch code. Inserendo pagine contenenti questi codici, tra i differenti documenti, lo scanner, in abbinamento al software, sarà in grado di individuare e direzionare le diverse tipologie di file, direttamente nelle cartelle o verso i servizi precedentemente predisposti.
fujitsu-z-generation-velocita-e-integrazione-7.jpgModalità di lavoro ScanSnapAncora una volta questa innovazione consente di ridurre i tempi riservati alla gestione documentale e di minimizzare l'intervento dell'utente. Durante questi processi è inoltre possibile inserire parole chiave nei metadati dei singoli file, per un facile recupero delle informazioni. Oltre all'inserimento manuale, è possibile evidenziare, con un comune evidenziatore, le parole del testo che ci interessano. Sarà il software a riconoscerle e a inserirle come keyword importanti per quel dato documento.

[tit:Controllo e gestione centralizzati]I nuovi scanner della Z-Generation sono stati concepiti, non solo per facilitare l'uso quotidiano, ma anche per una gestione e manutenzione intuitivi.
Gli amministratori IT apprezzeranno la possibilità di controllo remoto del dispositivo, tramite il Central Admin Tool. Grazie a questo software è possibile installare a distanza il dispositivo, aggiornandone i driver e il firmware, per la risoluzione di problemi o per il miglioramento delle performance. Non solo, è possibile monitorare le attività, mantenere un registro degli errori e intervenire tempestivamente per ridurre i tempi di fermo del sistema.
fujitsu-z-generation-velocita-e-integrazione-8.jpgL'amministratore viene automaticamente contattato, sia tramite una email, sia attraverso il sistema centralizzato, che mette in evidenza possibili problemi o richieste di intervento.
Pensando a realtà ad elevata integrazione, un singolo dipartimento o un'intera sede distaccata possono essere gestiti come gruppi separati, facilitando le operazioni di manutenzione programmata degli scanner presenti nell'edificio.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota