Western Digital, acquisizioni e nuovo responsabile di canale

Pubblicato il: 19/02/2013
Autore: Lorenza Peschiera

L'azienda, che si è lasciata ormai alle spalle i problemi di produzione legati all'alluvione in Tailandia, ha acquisito Arkeia Software e rafforzato il team con l'inserimento di Fabrizio Keller, che ricoprirà il ruolo di Channel Marketing Manager per Italia, Grecia e Israele.

I problemi di produzione legati all’alluvione in Tailandia sono ormai, per Western Digital (WD), un ricordo lontano, tutto è tornato alla normalità e l’azienda è ben decisa a percorrere una strada in ascesa. Questo è il messaggio trasmesso da Luca Marazzi, Country Manager Branded Products della società per Italia, Grecia, Israele e Cipro (nella foto), in occasione dell’annuncio dell’acquisizione di Arkeia Software, realtà californiana specializzata nell’area software e appliance di protezione dei dati, indirizzati al segmento delle piccole e medie imprese.
western-digital-1.jpgPositivi sono anche i risultati raggiunti da WD; per il secondo trimestre fiscale, conclusosi lo scorso 28 dicembre, Western Digital ha ottenuto ricavi pari a 3,8 miliardi di dollari. 59,2 milioni sono state le unità consegnate, mentre l’utile netto è stato di 335 milioni di dollari (1,36 dollari per azione).
“Nel gennaio 2012 gli effetti correlati ai problemi tailandesi avevano iniziato a evidenziarsi, ma con grande impegno siamo riusciti a colmare il gap e ora è tutto in linea con le aspettative”, ha detto Marazzi. Come era stato annunciato un anno fa, nessun dipendente delle due fabbriche tailandesi ha perso il proprio posto di lavoro, i macchinari sono stati ricomprati, il livello degli argini è stato alzato e con forza e determinazione WD ha superato le difficoltà.
I risultati ottenuti, secondo l’azienda, sono stati determinati dall’efficienza operativa e dalla capacità di creare valore da parte dei team legati ai marchi Hgst e WD, nonostante un contesto caratterizzato dall’incertezza macroeconomica, dalla debole domanda di pc e dal ribilanciamento dell’inventario da parte dei clienti. WD ha continuato a gestire il proprio business focalizzandosi sulle variabili controllabili, che hanno consentito all’azienda di generare ricavi migliori del previsto.
Sul versante dei prodotti, WD ha proseguito nella progettazione e nel testing di hard disk dallo spessore di 5 mm, caratterizzati da tecnologia ibrida. Gli Hhsd (dischi ibridi allo stato solido) sono sufficientemente sottili per l’integrazione all’interno di pc notebook più compatti, fornendo storage a elevata capacità e solidità, caratterizzati da performance applicative instant-on, simili a quelle dei dischi client allo stato solido SSD odierni.
[tit: Rafforzare il segmento Smb con Arkeia Software]
L’acquisizione di Arkeia Software è stata completata attraverso un processo di fusione, che ha riguardato tutti i dipendenti, le tecnologie e i prodotti Arkeia. Non sono stati resi noti i termini finanziari dell’operazione; l’azienda sarà integrata all’interno della divisione Branded Products Smb, e i prodotti manterranno inizialmente il nome di Arkeia.
WD si occuperà delle attività di supporto e manutenzione per tutti i clienti di Arkeia, e conta di mantenere le sue linee di prodotto sia software sia appliance.
Tra i prodotti di punta del portafoglio di Arkeia rientra la versione candidate di Arkeia Network Backup 10, che rende possibile il backup su cloud ibrido, permettendo agli amministratori di rete di unire supporti fisici e virtuali per la duplicazione del backup su Lan verso o da un cloud storage remoto.
Facendo leva sulla tecnologia Arkeia di compressione dei dati duplicati, Arkeia Network Backup 10 garantisce la protezione di grandi volumi di dati nel cloud senza sovraccaricare la banda.
Consentendo set di backup di grandi dimensioni e il trasferimento di backup completi su supporti fisici e backup di piccole dimensioni, come backup incrementali che devono essere inviati in rete, Arkeia ha l’obiettivo di semplificare la replica del backup su Lan oppure da o verso un cloud storage remoto, per una esperienza virtuale e a basso costo per il ripristino offsite del backup.
[tit: In Italia l’azienda cresce e amplia il team] 
Anche in Italia WD sta ottenendo risultati positivi. “Il mercato è stabile, l’obiettivo è di continuare a crescere”, ha dichiarato Marazzi. La Penisola è ritenuta un’area importante per Western Digital, in cui la domanda di hard disk, in particolare per i segmenti branded e consumer, da sempre è forte. I successi dell’azienda sono confermati  anche dalle solide relazioni con il canale tramite iniziative e programmi dedicati, come myWD e WDDirect.
western-digital-2.jpgPer proseguire con più forza sulla strada della crescita, WD ha rafforzato di recente il proprio team con Fabrizio Keller (nella foto), che ricoprirà il ruolo di Channel Marketing Manager per Italia, Grecia e Israele. Laureato in Economia Aziendale e con un master in Trade Marketing, Keller, prima di entrare in Western Digital, ha rivestito in Nokia Italia diversi ruoli a livello marketing e come Portfolio Manager, per poi diventare Channel Marketing Manager nella stessa società.
In WD Keller avrà responsabilità di marketing su tutto il canale retail ed etail per i prodotti branded; gestirà e coordinerà, inoltre, le strategie e le attività di canale per i tre Paesi di riferimento, affiancando e supportando Luca Marazzi.
“Ritengo che l’inserimento di un nuovo Channel Marketing Manager sia strategico per diversi motivi”, ha commentato Marazzi. “In primo luogo, le strategie di marketing, che in precedenza erano gestite dalla Francia, potranno essere ora gestite con maggiore concretezza, considerando le caratteristiche del canale in ciascun Paese di riferimento. In secondo luogo, potrà essere dato un forte impulso allo sviluppo del mercato etail, che sta diventando sempre più importante”.
Un ulteriore obiettivo da conseguire, anche in Italia, riguarda la valorizzazione di Arkeia, ritenuto un player interessante anche per il mercato italiano.  L’azienda acquisita da WD dispone già di un proprio canale; l’intenzione, per i prossimi mesi, è quella di favorire l’integrazione tra i canali delle due società e di sviluppare nuove opportunità di marketing congiunte. 

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social