HP presenta Advanced BladeSystem Architecture

Pubblicato il: 20/02/2013
Autore: Daniele Preda

HP presenta la nuova piattaforma Advanced BladeSystem Architecture e i sistemi BladeSystem c7000, pensati per incrementare le prestazioni degli ambienti virtualizzati.

(HP Global Partner Conference, Las Vegas). HP ha annunciato oggi la nuova classe di dispositivi BladeSystem Classe C, definendola come la più innovativa e all’interno della serie blade. Si tratta di unità con architettura rinnovata, capace di migliorare le performance in ambienti virtualizzati e di incrementare l’efficienza dell’infrastruttura, consentendo una riduzione dei costi datacenter fino al 68%.
L’infrastruttura comprende tre componenti, l’enclosure HP BladeSystem c7000 Platinum, il nuovo blade ProLiant WS460c Generation 8, oltre a una serie di aggiornamenti della piattaforma HP Virtual Connect. L’aggiornamento e il costante miglioramento dei prodotti enterprise di HP segue un trend ben determinato e confermato dalle analisi IDC e Gartner per il mercato server. Di fatto, i sistemi blade vantano il più alto tasso di infrastrutture virtualizzate eseguite, rispetto ai server convenzionali, soprattutto grazie all’esplosione della logica di lavoro cloud. Secondo Gartner, nel 2016, circa l’82% del carico di lavoro dei datacenter sarà eseguito da macchine virtuali. Questo per rispondere alla crescente domanda dei clienti, che richiedono sempre maggiori performance a fronte di costi di gestione contenuti.  
hp-presenta-l-advanced-bladesystem-architecture-1.jpgHP BladeSystem c7000 Platinum è stato disegnato e realizzato per conseguire elevati livelli performance/watt, garantendo l’ottimizzazione delle infrastrutture e consentendo la protezione degli investimenti a lungo termine. L’architettura interna adottata consente di gestire il 40% in più della larghezza di banda, rispetto alla precedente generazione, grazie all’adozione del bus Infiniband a 56 Gb. In aggiunta la bandwidth per l’accesso alla memoria è stata raddoppiata, passando dal supporto fibre channel a 8 Gb a quello a 16 Gb.
HP introduce inoltre il nuovo Ethernet switch SX1018, capace di fornire un collegamento downlink a 40 Gb per ciascuna macchina blade. Lo switch offre tempi di risposta nell’ordine dei 250 ns e risulta ben quattro volte più veloce del predecessore.
Questo si traduce in latenze estremamente contenute e performance di scambio dati particolarmente elevate, quasi allineate al tempo reale. Il sistema è ora dotato di memorie DIMM 3R da 24 GB, capaci di incrementare le performance del 25% e di ridurre i consumi energetici complessivi.
HP propone, in aggiunta, il pacchetto Location and power discovery tools, strutturato per fornire informazioni sulla struttura del datacenter, il tutto tramite una console centrale remota. Si tratta di un’innovazione particolarmente importante, che consente di eliminare i costi di controllo e monitoraggio convenzionali e di azzerare possibili errori di controllo delle risorse IT.

HP introduce inoltre la piattaforma Virtual Connect 4.0, ideata per facilitare la gestione della rete e per semplificare le operazioni di  manutenzione. Questo sistema è in grado di estendere l’integrazione dell’infrastruttura sfrutta le risorse networking esistenti. Il cliente può adottare questi strumenti per visualizzare il traffico di rete e monitorare il flusso dati. Non solo, tramite il supporto QoS è garantita la possibilità di migliorare la distribuzione dei dati, migliorando l’uso delle risorse disponibili e limitando possibili overload della rete.
hp-presenta-l-advanced-bladesystem-architecture-2.jpgHP punta inoltre a offrire maggiore efficienza e prestazioni superiori per gli utenti che fanno uso di risorse virtuali. HP ProLiant WS460c Gen 8 è un server blade capace di offrire il supporto ad alta densità per sistemi grafici 3D, fino a 8 GPU per macchina. Questo consente l’accesso di un maggior numero di utenti per postazione, fino a quattro volte in più, riducendo del 60% i costi di gestione rispetto alla passata generazione.
Oltre a offrire una infrastruttura potente e versatile, HP è in grado di assicurare l’accesso a una serie di programmi e servizi pensati per i partner. Tra questi, la disponibilità di documentazione, video e materiale informativo che consente di facilitare la vendita e l’illustrazione dei nuovi sistemi, per accelerare le vendite e massimizzare i profitti. Per esempio è possibile sfruttare il nuovo strumento 3D HP BladeSystem, che permette di visualizzare in dettaglio le specifiche della nuova famiglia.
Con HP Financial Services è invece possibile accedere a specifici programmi per il finanziamento totale delle infrastrutture. HP Proactive Insight Experience è invece un pacchetto di supporto completo, che prevede specifiche attività di controllo e manutenzione, oltre a misure proattive, pensate per automatizzare e semplificare la gestione degli apparati, per una riduzione dei costi immediatamente visibile. Per il supporto continuo a 360° HP propone la soluzione cloud-based Insight on-line e la piattaforma di controllo remoto HP Insight Remote Support.
HP ha infine confermato la disponibilità dell’enclosure HP BladeSystem c7000 Platinum entro la finer del mese di febbraio, con prezzi a partire da 4.999,00 Dollari. Il server HP ProLiant WS460c Gen 8 sarà invece disponibile dal mese prossimo, a un prezzo di partenza di 5.037,00 Dollari.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social