Mobotix, soluzioni per la videosorveglianza di alta qualità

Pubblicato il: 24/05/2013
Autore: Daniele Preda

Mobotix persegue la propria politica aziendale con decisione e incontra i partner per illustrare le ultime novità nel campo della videosorveglianza HD.

La National Partner Conference 2013 è stata l’occasione, per Mobotix, di incontrare le aziende partner e la stampa, per illustrare i trend attuali e la vision aziendale. Mobotix si distingue da anni per l’alta qualità delle soluzioni proposte in ambito di videosorveglianza e, oggi, proprio la qualità è il fiore all’occhiello della società, che annuncia interessanti dispositivi e un supporto sempre più completo.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-2.jpgMobotix opera dal 1999 e ha sviluppato soluzioni interamente digitali, per consolidare la propria presenza nel segmento della videosorveglianza professionale e della domotica.
L’azienda è partner di molte realtà di grandi dimensioni, in Italia e all’estero, ed è in grado di proporre pacchetti tecnologicamente avanzate per ambienti industriali, commerciali, istituzionali e privati.
Per quanto riguarda il mercato, nella regione EMEA, Mobotix si posiziona al secondo posso assoluto, con una quota del 14,9%, mentre a livello globale l’azienda è si classifica quarta. Al di là dei posizionamenti, il credo aziendale si basa sulla volontà di offrire soluzioni che migliorino l’efficacia e l’efficienza dei sistemi di sorveglianza.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-1.jpgMagnus Ekerot, Chief Sales Officer di Mobotix AGProprio per questo vengono proposte soluzioni Megapixel, capaci di superare i limiti delle piattaforme convenzionali PAL e apparati multifunzionali, indispensabili per attuare il concetto di decentralizzazione.
Come ci ha spiegato Magnus Ekerot, Chief Sales Officer di Mobotix AG, la risoluzione è un parametro fondamentale da valutare per scegliere oggi un sistema di controllo remoto.
Le soluzioni CIF (0,1 MPixel) e gli altri standard attualmente molto diffusi in Italia e in Europa, sono economici, ma non sono in grado di registrare dettagli e di offrire una qualità adeguata per le esigenze moderne.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-6.jpgMobotix risponde con telecamere da 3,1 MPixel, dotate di sensore da 5 MPixel, parzialmente adottato per aumentare il frame rate e incrementare la luminosità per ambienti notturni. Il dettaglio di tali soluzioni è 30 volte superiore e consente, per esempio, di riconoscere con facilità particolari come, i volti delle persone o le targhe degli autoveicoli.  

[tit:La filosofia, le proposte]Per Mobotix la qualità è un parametro di primaria importanza, imprescindibile per qualsiasi segmento di mercato, un vero e proprio vanto aziendale.
Il mercato, per quanto complesso e variabile da Paese a Paese, riconosce queste soluzioni come altamente performanti, anche se è diffusa  una percezione legata ai costi nettamente più alti, rispetto alla concorrenza “Standard Definition”.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-7.jpgOsservando da vicino i prodotti e l’effettiva qualità che è possibile ottenere, dobbiamo però constatare come la differenzia sia netta e il costo complessivo dell’installazione non risulti sproporzionato, ben considerando le funzionalità aggiuntive uniche offerte da Mobotix.
Il produttore suggerisce inoltre una nuova infrastruttura per la gestione dei sistemi di videosorveglianza, oggi dotati di una rete di telecamere e di uno o più server storage centralizzati. Proprio l’accentramento verso poche risorse primarie porterebbe a un uso intensivo della banda della rete aziendale e vincolerebbe in modo molto netto la flessibilità della piattaforma.
Accumulare i dati derivanti da più sorgenti su un solo dispositivo richiede a un’elevata potenza di elaborazione da parte del server e obbliga gli utenti a una connessione diretta con la macchina principale.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-8.jpgIn quest’ottica Mobotix propone il concetto di decentralizzazione delle risorse. Per poter attuare un simile e radicale cambio di prospettiva, le telecamere di ultima generazione sono state arricchite di funzionalità. Di fatto ogni videocamera è un vero e proprio computer, dotato di codec per la compressione dei filmati, sensori multipli, microfoni e uno slot MicroSD per la registrazione on-site.
Ogni telecamera è perciò indipendente e accessibile in modo diretto per il recupero dei dati, in alternativa, per i sistemi più estesi, può ovviamente essere aggregata a piattaforme NAS, per lo storage nel lungo periodo.
Mobotix propone dunque un pacchetto completo, che non obbliga all’acquisto di costosi server e neppure al rinnovo annuale di salate licenze per ciascun dispositivo. Ai concetti di qualità e decentralizzazione si aggiunge la semplificazione dell’infrastruttura, grazie a unità dotate di ottiche versatili, lenti emisferiche capaci di coprire un’ampia superficie.
Per controllare il medesimo spazio, per esempio lungo un viale, in un centro commerciale o in un capannone, serviranno perciò meno telecamere, dettaglio che riduce i costi di acquisto, di cablaggio e di manutenzione.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-9.jpgProprio per ridurre il TCO delle proprie soluzioni, Mobotix privilegia la qualità produttiva, realizzando dispositivi già completi di tutto, facili da installare e pronti all’uso. Le telecamere sono certificate IP65, per la resistenza in ambienti esterni, non servono perciò involucri o strutture di protezione.
In aggiunta, la gestione dei dati Mx2Wire+ è interamente digitale, il cavo Ethernet standard CAT.5 si occupa di trasferire il segnale cifrato sino a 45 Mbps e di alimentare la videocamera (PoE 13 Watt). Si tratta di un sistema di comunicazione ormai standardizzato da anni, facile da attuare, relativamente economico e, spesso, già installato negli ambienti professionali e negli uffici.
Per concludere, Mobotix affianca le proprie soluzioni hardware con un software di alta qualità, dotato di un’interfaccia completa e svincolato dalle logiche di licensing tradizionali. Non esistono limiti di telecamere o utenti e gli aggiornamenti sono facilmente recuperabili via Web in modo gratuito.

[tit:Le soluzioni Mobotix]Per scelta, il portfolio Mobotix è stato mantenuto compatto, ogni modello proposto dall’azienda va a coprire specifiche necessità. L’approccio, anche in questo caso, è quello della migliore offerta, per soddisfare le esigenze di ogni cliente.
L’azienda ha infatti deciso di non proporre kit a basso costo e di non entrare nel mercato dei pacchetti low cost, oggi così diffusi nel segmento di mercato entry-level.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-11.jpgTra i molti modelli, la D15D DualDome si distingue per la disponibilità di due obiettivi e due sensori da 5 MPixel, capaci di offrire immagini panoramiche da 2x 3 MPixel effettivi. Di giorno è possibile sfruttare l’elevata definizione per riconoscere dettagli e particolari importanti, anche in condizioni di luce ridotta. Di notte, il sensore in bianco e nero permette di riprendere immagini definite, senza l’applicazione di filtri e senza l’adozione di paratie o elementi mobili, soggetti a possibili guasti nel lungo periodo.
L’elevata frequenza di ripresa, pari a 30 fps, consente di registrare flussi video compressi ottimizzati, per una visione diretta in qualsiasi momento.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-10.jpg Se gli ambienti da monitorare hanno una planimetria particolare, in presenza di corridoi e angoli, è possibile installare S15 FlexMount. Si tratta di un modello dotato di due moduli indipendenti con sensore da 5 MPixel. Le due ottiche, che fanno capo a un unico dispositivo, possono essere posizionate in base alle necessità, per avere una visione completa di un ambiente, adottando una sola telecamera.
Il corpo principale può perciò essere occultato, per evitare manomissioni o sabotaggi, mentre i sensori possono essere dislocati sino a 2 metri di distanza. La funzionalità DVR integrata e il supporto per MicroSD sino a 64 GByte permette di registrare per molte ore in modo indipendente. Ogni modulo miniaturizzato offre una visione emisferica e incorpora un microfono, per la massima ergonomia.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-12.jpgMobotix Hemispheric Q24Tra i modelli più noti, Mobotix rinnova la serie M e introduce la versione M15D di tipo AllroundDual, dotata di robusto chassis certificato IP66 e di moduli sensore commutabili.
Questo modello vanta sensori PIR, di temperatura e Shock Detector, altoparlanti, microfono e supporto per lo standard SIP. M15D è particolarmente versatile, grazie ai 12 differenti moduli sensore che si possono installare su richiesta.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-13.jpgMobotix M15DIl produttore offre inoltre sistemi di controllo e sensori com Mx Analytics, per la mappatura temporanea del calore e MX Activity Sensor. Il primo consente di tracciare la scia di calore delle persone che passano nel campo di visione, dettaglio utile per la sorveglianza, ma ancora più utile per scopi di marketing e commerciali. La seconda funzionalità permette invece un riconoscimento intelligente delle attività in corso, dai movimenti dei soggetti, all’analisi degli elementi che entrano nel campo d’azione. Il pacchetto permette di minimizzare i falsi allarmi e di attivare avvisi o altri tipi di attività solo in funzione di effettive modifiche di stato, nelle aree selezionate.  
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-3.jpgL’offerta Mobotix è stata integrata con soluzioni per la domotica, come il videocitofono Hemisferic IP T24, un sistema modulare che include una telecamera in alta definizione, un modulo di accesso, l’apriporta di sicurezza e il sistema di rete a due fili. Si tratta di un sistema completo, definirlo videocitofono risulta riduttivo.
Diversamente dai convenzionali apparecchi analogici, il pacchetto offre un accesso diretto o remoto, per visionare quello che succede davanti alla porta di ingresso. Potremo dialogare con gli interlocutori, ascoltare eventuali messaggi lasciati in memoria, aprire la porta e molto altro.
mobotix-soluzioni-di-videosorveglianza-di-alta-qua-4.jpgPer l’accesso a questo sistema, coma anche alle telecamere a listino, il produttore ha lanciato una App specifica, attualmente pensata per ambienti iOS.
Grazie alla semplice interfaccia e all’accessibilità via Web, questo software permette di accedere direttamente alle singole telecamere, per un controllo immediato di allarmi e avvisi.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota