BenQ EW2730V, il monitor multiuso da 27 pollici

Pubblicato il: 27/01/2012
Autore: Daniele Preda

BenQ EW2730V è un display di grande formato destinato a impieghi multimediali e domestici. La diagonale da 27 pollici e la risoluzione HD lo rendono indicato per la visione di film e foto.

BenQ EW2730V è un monitor con ampia superficie visibile ed è indicato per utilizzi multimediali, come per esempio la visione di foto e film, ma anche per il gaming. A un primo sguardo, complice la diagonale da 27" e le finiture cromo-satinate, questo display può essere facilmente scambiato per una TV LCD. Di fatto BenQ posiziona questa versione a metà strada tra un monitor per il gioco e la produttività e un sistema di riproduzione multiuso.
Manca solo il sintonizzatore TV, che l'avrebbe, a tutti gli effetti, trasformato in una TV con molteplici ingressi secondari. Considerando il prezzo e la fascia possibile di impiego non ci spieghiamo perché non sia stato integrato un decoder DVB-T. Tanto più che lo schermo viene accompagnato da un piccolo telecomando formato PCMCIA, non troppo comodo, ma sufficiente per pilotare le funzioni principali.
benq-ew2730v-1.jpgCome anticipato, le finiture e i colori utilizzati icordano più da vicino lo chassis di certi modelli TV.
La cornice è di plastica nera lucida, ulteriormente inquadrata con un profilo grigio argento, mentre la parte inferiore ha una finitura ad effetto "alluminio spazzolato", così come l'ampia base con pianta rettangolare. Nel complesso la struttura è piuttosto robusta, le cerniere di giunzione sono in grado di assorbire eventuali vibrazioni in tempi ridotti e il guscio esterno si è dimostrato solido.

[tit:Piattaforma]Il modello BenQ EW2730V offre un'ampia area visibile e si caratterizza per la risoluzione di 1.920x1.080 pixel, ideale per il gaming, la visione di film in HD e per l'utilizzo generico di programmi di ogni tipo, anche multi-finestra. Per coprire una diagonale di 27", pur mantenendo una risoluzione di un monitor da 21", si è dovuto scendere a compromessi con la definizione, portando il dot pitch della matrice a 0,311 mm. Pur non essendo un valore eccessivamente elevato, la dimensione di pixel può dirsi buona per l'uso generico, ma meno indicata per l'uso di programmi grafici 2D e 3D.
benq-ew2730v-4.jpgGrazie all'utilizzo della tecnologia TFT VA e a una retroilluminazione a LED, questo display offre una luminosità generale ottima (300 cd/m2) e un'uniformità di alto livello. Anche il contrasto tipico si avvicina nettamente più a una TV moderna, che a un monitor da PC. Il valore di riferimento è di 3.000:1, quando invece, molto più raramente si supera un rapporto di 1.000:1 nei display per la produttività domestica e professionale. In aggiunta, grazie al sistema di regolazione dinamica, si possono raggiungere estremi di 20 milioni a 1, modulando l'intensità luminosa in funzione del contenuto delle immagini. La matrice VA assicura inoltre un ampio angolo di visione alla platea di spettatori, secondo un apertura di 178° su entrambi gli assi. Probabilmente, il limite più evidente per questo tipo di display è il tempo di risposta della matrice, dichiarato in 8 ms per la transizione tra due tonalità di grigio predefinite (GtG). Decisamente buona, invece la dotazione di porte di comunicazione, che permette il collegamento di apparati PC, MAC, Console e lettori da tavolo. Oltre ai due connettori HDMI, sono disponibili un ingresso DVI-D, uno VGA e uno Component, oltre ai relativi input audio e uscite di linea e cuffie.
benq-ew2730v-2.jpgTra le funzioni accessorie è compreso un hub USB 2.0 con quattro porte in downstream, ideali per la connessione rapida di pendrive, fotocamere e dischi esterni. 

[tit:Funzionalità]BenQ EW2730V sfrutta una tecnologia di elaborazione a 8 bit su tre canali RGB, per la visualizzazione di un massimo di 16,7 milioni di colori. Per poter assicurare il massimo della definizione e incrementare la profondità colore, il produttore ha integrato una serie funzionalità accessorie.
Tra queste, la possibilità di abilitare o meno, il sistema di riduzione digitale del rumore, che consente di minimizzare il degrado visivo che è possibile notare in alcune sequenze video. Il dithering e la "punteggiatura" delle immagini vengono dunque limitati dall'inserimento di questo algoritmo.
benq-ew2730v-3.jpgPer ridurre il flickering delle immagini in rapido movimento è disponibile il filtro "3D Deinterlace", che si occupa di effettuare una sovra campionatura delle immagini, eliminando quasi del tutto la "scalettatura" presente in alcune sequenze.
BenQ introduce inoltre un sofisticato sistema per rendere le immagini più definite, aumentando la nitidezza dei contorni e i contrasti con la funzione "Super Resolution".
Il menu OSD è gestibile tramite telecomando o utilizzando i pulsanti dedicati, integrati sul lato posteriore, in prossimità del profilo destro. Il menu SensEye permette di abilitare modalità preimpostate per la visione di foto, film e per i videogiochi, oltre alla possibilità di modificare l'intervento dell'algoritmo di controllo del contrasto dinamico.
Con Smart Focus, invece, è possibile abilitare l'evidenziazione di una particolare area o finestra dello schermo, facilitando la visione e la concentrazione su determinate informazioni visualizzate.
Decisamente pregevole la disponibilità della funzione PIP (Picture-in-Picture) e PBP (Picture-by-Picture), utile per riquadrare due ingressi video e mostrarli simultaneamente sullo schermo. Nel primo caso, la sorgente primaria occuperà l'intera superficie del display, mentre quella secondaria verrà mostrata in formato ridotto in prossimità di un angolo. Con PBP le due sorgenti divideranno in pari misura lo spazio offerto dal display, senza  che le immagini vengano sormontate o troncate.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota