Meteo, Pasqua e Pasquetta con tempo incerto e temperature miti

Pubblicato il: 23/04/2011
Autore: Redazione ChannelCity

Nella giornata di Pasqua si assisterà a una spiccata variabilità su tutta la penisola, con qualche acquazzone sui monti e in Sardegna mentre per la tradizionale uscita per Pasquetta peggiora al centro-sud della penisola. Previsti anche alcuni acquazzoni su aree pedemontane e Prealpi. Temperatura stazionaria.

Dopo aver passato una settimana di tempo bello in tutta Italia, il meteo ci regala un'improvviso cambiamento, in negativo, per la giornata di Pasqua e di Pasquetta, che quest'anno coincide con la festa del 25 Aprile, la "Festa della Liberazione".
Nella giornata di Pasqua si assisterà a una spiccata variabilità in tutta la penisola, con qualche acquazzone sui monti e in Sardegna. La colpa è dovuta alla depressione sull'Iberia che inizierà a sprofondare sul nord Africa, portando banchi nuvolosi sparsi e disorganizzati che attraverseranno l'Italia da sudovest verso nordest.
Qualche pioggia o acquazzone potrebbe interessare la montagna, in particolare sul comparto alpino orientale e lungo l'Appennino centro-settentrionale, trattandosi comunque di fenomeni per lo più brevi e localizzati; qualche rovescio indugerà inoltre ancora una volta sulla Sardegna.
Sulle coste, le pianure e il Nordovest il tempo generalmente sarà asciutto, con spazio anche per delle belle schiarite, specie su Valpadana, Sicilia ed estremo Sud del Paese. Possibilità comunque di qualche goccia di pioggia residua al mattino tra Liguria e Toscana.

Giornata di Pasquetta alias Festa della Liberazione; peggiora al Centrosud, qualche rovescio su Prealpi e aree pedemontane.  Lunedì infatti la depressione sul nord Africa si avvicinerà al Sud Italia, determinando un generale aumento delle nubi al Centrosud, con piogge sparse ad iniziare da Isole Maggiori, Lazio, Campania e Calabria, verso il medio-basso Adriatico entro fine giornata.
Si tratterà di precipitazioni irregolarmente distribuite e spesso di debole intensità, anche se non si esclude la formazione di qualche acquazzone o temporale in particolare tra Isole Maggiori e a ridosso dell'Appennino meridionale.
Tempo più asciutto invece al Centronord con maggiori spazi soleggiati, malgrado la tendenza a maggiore instabilità pomeridiana sulle Prealpi ed Alpi retrostanti, dove attendiamo qualche rovescio o temporale sparso in locale sconfinamento serale a pedemontane, alta Valpadana e Piemonte.

In compenso le temperature non subiranno sostanziali variazioni, mantenendosi su valori diurni miti e in linea con le medie del periodo. Massime generalmente comprese tra 19°C e 24°C. Attenzione ai venti sostenuti a tratti forti attesi sui mari tra le Isole Maggiori, dapprima di Scirocco, poi si disporranno da Levante, con mari anche agitati al largo. Identica situazione attesa sullo Ionio.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota