Intel Z68, Sandy Bridge evolve

Pubblicato il: 12/05/2011
Autore: Redazione ChannelCity

La famiglia Intel Sandy Bridge si arricchisce di una nuova unità PCH Z68, capace di coniugare e migliorare le specifiche degli attuali chip P67 e H67.

Intel ha introdotto la famiglia Sandy Bridge nel Gennaio dell'anno in corso, dopo un seguito positivo, in termini di vendite e valutazioni del mercato, il chip maker introduce ora una nuova variante della serie. Sino ad ora, infatti, i chipset Intel sono stati declinati in versione P67, concettualmente indicata per le piattaforme ad alte prestazioni con sezione video discreta e nelle varianti H67 e H61 capaci di sfruttare la sezione video integrata nelle CPU (HD 2000 e HD 3000).
La variante introdotta oggi è definita Z68, che si propone come ponte tra le piattaforme sinora in commercio. Intel Z68 integra le medesime caratteristiche di P67 Express, ma consente l'utilizzo della GPU integrata come H67.
Non solo, il nuovo chip abilita nuove funzionalità, a partire dal sistema definito come "switchable graphics" che consente di utilizzare alternativamente la GPU integrata oppure quella discreta, sfruttando un software di abilitazione dedicato. Questo consente di passare da un processore all'altro in funzione del reale carico di lavoro, ottimizzando i consumi generali della piattaforma.
Sarà inoltre possibile effettuare un overclock dinamico di CPU e GPU contemporaneamente, peculiarità propria di Z68.
Non ultima, la disponibilità della tecnologia Intel Smart Response Technology, che impiega una unità SSD per velocizzare l'accesso ai dati contenuti nei dischi meccanici presenti nel sistema. I dischi SSD, nettamente più veloci dei tradizionali drive magnetici viene perciò sfruttato come cache addizionale in lettura e scrittura.  
intel-z68-sandy-bridge-si-evolve-1.jpgDiversamente dagli altri PCH, Z68 incorpora sia il controller display sia il controller PCI Express 2.0, capace di gestire fino a 8 linee elettriche. Ricordiamo che il controller PCI-E e quello per la memoria DDR3 è integrato nei microprocessori serie Core 2xxx. Le rimanente caratteristiche sono perlopiù invariate e prevedono la gestione di sei canali Serial Ata, di cui due di tipo Serial Ata 3 a 6 Gbps. La gestione del comparto di storage può contare sulle tecnologie Intel Rapid Storage e Smart Response.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social