Synology, il protagonista dell'innovazione storage per le PMI

Pubblicato il: 23/03/2014
Autore: Piero Macrì

La società taiwanese offre un'ampia varietà di sistemi storage, sia nella dimensione home che nella dimensione business, sia in ambienti office che PMI. Aggiornato anche il sistema operativo per Nas DiskStation Manager.

Nell’anno 2000 Cheen Liao e Philip Wong abbandonarono Microsoft per dare vita a un progetto indipendente. Liao si occupava dello sviluppo di Microsoft Exchange Server, Wong era invece il direttore vendite di Microsoft a Taiwan. Da quel progetto nacque Synology, la società taiwanese diventata uno dei protagonisti nella tecnologia Network Attached Storage. Il tutto iniziò attraverso lo sviluppo di un nuovo sistema operativo, basato su kernel Linux, che divenne poi il cuore della DiskStation - l’appliance stand alone divenuta negli anni il prodotto best buy di Synology - e della RackStation.
A quasi 15 anni dalla sua fondazione la società taiwanese è oggi nella posizione di offrire una importante varietà di sistemi storage, sia nella dimensione home che nella dimensione business, sia in ambienti office che di piccole e medie imprese.
Synology è presente con propri uffici in USA, Germania, UK e Francia. Quest’ultima ha la responsabilità di tutte le attività commerciali relative al mercato italiano che oggi può contare su un’ottima rete di distributori. Tra questi si possono citare Brevi, Ingram Micro, Esme, Sidin, Sqp, Vise, Esprinet ed Elmat.
La corsa di Synology verso la creazione di un ambiente storage adattabile a esigenze diversificate prosegue intercettando le tendenze del momento. Cloud e mobile - come afferma Vic Hsu, general manager di Synology - sono infatti importanti riferimenti nella creazione e sviluppo del nuovo software così come testimoniato dal lancio dell’ultima versione del sistema operativo DiskStation Manager 5.0 che ha avuto come vetrina il Cebit di Hannover. (Nella foto, a sx Vic Hsu, General Manager, al centro Evan Tu, direttore software e a dx Thibault France, product manager Synology France, allo stand del Cebit)
dsc-1422.jpg
Come consuetudine il DSM supporta sia i prodotti DiskStation sia i prodotti RackStation.
 Mentre quest’ultima rappresenta la tecnologia in grado di inserirsi in modo ottimale in ambienti enterprise, permettendo scalabilità nell’ordine dei petabyte, la DiskStation, come spiega Hsu, pur essendo un prodotto target per le Pmi, è anche indirizzata al mondo dell’home computing. E’ il caso della DS214play, un vero Media Center che rende disponibili servizi di multimedia streaming e tutti i servizi add on previsti per la DiskStation.
Ovviamente nell’era nel mobile computing non poteva mancare il supporto a device mobili. Con le Apps DS – afferma Evan Tu, direttore software di Synology - i servizi di storage della DiskStation possono infatti essere condivisi in remoto da dispositivi iOS, Android, Windows Phone e persino Kindle Fire. Attenzione particolare è stata riservata alla gestione dello storage multimediale per la condivisione di foto e video sia su desktop così come su device mobile e Smart TV.
DiskStation Manager ha oggi la reputazione di essere uno dei migliori sistemi operativi per dispositivi NAS, afferma Thibault France, product manager di Synology France. L’interfaccia dell’ultima versione, la 5.0, è stata completamente ridisegnata - prosegue il manager francese - e offre un pannello di controllo di grande semplicità ed efficienza, sia dal punto di vista del controllo sia per quanto la modalità di accesso, che può essere anche gestito in remoto via device mobili. Il nuovo servizio QuickConnect – aggiunge Thibault - permette di accedere ai servizi NAS over the internet, rendendone possibile la gestione anywhere from any device. 
La 5.0 rende inoltre possibile la sincronizzazione dei file che risiedono su DropBox, Google Drive e Baidu mentre lo SnapShot Manager, un software plug-in disponibile per ambienti VMware e Windows, garantisce la consistenza dei dati a livello applicativo. 
synology-cebit-5.jpg
Per l’ambiente enterprise la DiskStation nella versione DS2413+ prevede un’espansione fino a 120 Terabyte e rappresenta una piattaforma di archiviazione per server di virtualizzazione come Vmware, Hyper-V e Citrix. E’ un prodotto – afferma Hsu - che può rappresentare una valida alternativa a soluzioni SAN. Per la piccola e media impresa un classico dell’offerta Synology è rappresentato invece dalla DS1513+ che – come spiega Thibauld - consente di semplificare la gestione dei dati offrendo una destinazione centralizzata per archiviazione, backup e condivisione dei file con la possibilità di espandere la capacità in qualsiasi momento permettendo di raggiungere una capacità complessiva di 75TB.
La società taiwanese ha poi sviluppato anche soluzioni per la videosorveglianza che vengono fornite con un software sviluppato internamente. Possono essere collegate fino a 24 telecamere IP ad alta definizione su VS240HD e associarle a un server Synology in modo da poter archiviare e recuperare il filmati con pochi e semplici clic. Grazie al supporto HDMI doppio, VS240HD garantisce una visualizzazione con qualità elevata. Allo stesso tempo, è disponibile la visualizzazione multi schermo a parete per la distribuzione su vasta scala.

Categorie: PMI

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota