PageWide e nuove OfficeJet PRO, HP fa evolvere il printing

Pubblicato il: 29/03/2016
Autore: Ernesto Sagramoso

La novità più significativa della nuova HP Inc. è la nascita della famiglia PageWide che si posiziona tra le OfficeJet e le LaserJet. Rinnovate anche le OfficeJet PRO mentre non cambia nulla per quanto riguarda il Canale. Confermati i 4 distributori.

Con lo slogan Printing Reinvented, HP ha rinnovato la propria linea di soluzioni business di stampa per soddisfare le esigenze delle aziende alla ricerca di una maggior competitività, efficienza e contenimento dei costi.
“HP vuole avere un ruolo di primo piano nell’accompagnare le aziende nel percorso di trasformazione digitale. La stampante oggi non ha più un ruolo periferico ma centrale. È diventata infatti un componente intelligente che aiuta gli utenti ad aumentare la produttività e l’efficienza”, sottolinea Luca Motta, Print Business Group Director di HP Italia.

A tutto PageWide
hp-page-wide-pro.jpg
La novità più significativa è la nascita della famiglia PageWide che si posiziona tra le OfficeJet e le LaserJet.
Questa linea si avvale dell’omonima tecnologia, presentata circa due anni fa, che sfrutta una testina fissa larga quanto il foglio. Questo componente consente una notevole velocità (fino a 75 ppm) e un’elevata affidabilità grazie al minor numero di parti meccaniche in movimento.
Attualmente questa gamma comprende tre serie di multifunzioni: la PageWide Enterprise Color, la PageWide Pro 400 e la PageWide Pro 500 Managed, mentre a giugno sarà disponibile anche la PageWide 300.
HP Enterprise Color, con una velocità che raggiunge le 75 pagine al minuto, è indicata per gruppi di lavoro che realizzano fino a 15.000 pagine al mese. La serie Pro 400, consigliata per un volume mensile di 750-4.500 pagine, è in grado di stampare fino a 55 pagine al minuto sia in nero che a colori con una risoluzione massima di 2.400x1.200 dpi.
Tutti i modelli, dotati di interfaccia di rete cablata/wireless e ADF, sono in grado di lavorare in modalità duplex.
HP PageWide 500 Managed, disponibile solo tramite i contratti Managed Print Services, si contraddistingue per le cartucce di inchiostro ad altissima capacità (21.000 pagine per il nero e 16.000 per i colori), la stampa diretta tramite WiFi o NFC e la possibilità di gestire documenti di Word/PowerPoint presenti su una chiavetta USB.
Luca Motta (qui nella foto) ha precisato che “questi dispositivi possono essere dotati di una serie modulare di cassetti in grado di soddisfare tutte le esigenze di stampa. Per la serie 500 Managed, HP adotterà un sistema di distribuzione selettivo, che consentirà di proporla solo ai partner opportunamente formati“.
luca-motta.jpg
Nuove OfficeJet PRO
HP ha inoltre arricchito la famiglia OfficeJet Pro destinata al professionista e alle piccole aziende di sette modelli, tra cui gli all-in-one 8720, 8725, 8730 e 8740. Questi si caratterizzano per un design compatto, per una gestione della carta simile a quella propria delle laser e per il rivoluzionario Print Forward Design che offre un’alta velocità in fronte/retro.
hp-laserjet-pro.jpg
HP LaserJet Pro M501
Per quanto riguarda le laser, è stata annunciata la LaserJet Pro M501, una printer monocromatica per le PMI che stampa fino a 6.000 pagine al mese con il più basso consumo di energia della sua categoria.
Troviamo inoltre la Color LaserJet Pro MFP M377dw, un multifunzione a colori consigliato per un volume di 4.000 pagine/mese, che lavora a 24 ppm ed è dotato di alimentatore fronte/retro da 50 fogli.
Parlando di canale, Tino Canegrati, Vice President e Managing Director di HP Italia, ha sottolineato che “la nascita di HP Inc non ha modificato il nostro sistema distributivo. Continuiamo infatti a utilizzare i nostri distributori storici che sono Computer Gross, Esprinet, Ingram Micro e Tech Data. Tutti i rivenditori, ma anche le catene retail, si forniscono da queste aziende”.

Categorie: PMI

Tag: Stampanti

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota