Sophos SafeGuard Encryption 8.0, l'evoluzione della crittografia

Pubblicato il: 25/07/2016
Autore: Redazione ChannelCity

SafeGuard Encryption 8.0 è stato completamente ripensato per crittografare in modo standardizzato ogni file individualmente, valutando costantemente i diritti di accesso degli utenti, delle applicazioni e delle periferiche, allo scopo di garantire una collaborazione maggiormente sicura.

Approfittando dello scompiglio creato dal nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali, che entrerà in vigore entro il maggio del 2018, il produttore di sicurezza Sophos prova a prendere un vantaggio competitivo facendo leva sulla crittografia persistente, trasparente e proattiva per proteggere i file in ambienti Windows, Mac, iOS o Android.
Nella sua ottava declinazione, SafeGuard Encryption (che può essere scaricato in versione free trial per 30 giorni) è stato completamente ripensato per crittografare in modo standardizzato ogni file individualmente, valutando costantemente i diritti di accesso degli utenti, delle applicazioni e delle periferiche, allo scopo di garantire una collaborazione maggiormente sicura.
SafeGuard Encryption 8 può anche rispondere automaticamente agli incidenti di sicurezza, grazie alla connessione in tempo reale con il sistema di protezione endpoint di Sophos. Nel momento in cui viene individuata una violazione attiva su un sistema, è possibile revocare temporaneamente le chiavi crittografiche per proteggere i dati. Gli utenti possono recuperare automaticamente le loro chiavi una volta risolto l'incidente.
Il software sincronizza automaticamente le chiavi con Sophos Mobile Control, in modo da fornire un accesso trasparente agli utenti abilitati, anche a partire dai loro smartphone e tablet, poiché ogni documento crittografato e accessibile in modo sicuro attraverso l'applicazione Secure WorkSpace.

Categorie: PMI

Tag: Sicurezza

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota