Zebra TC20, un nuovo palmare per le PMI

Pubblicato il: 10/11/2017
Autore: Ernesto Sagramoso

Il palmare è dotato di lettore di codice a barre, è particolarmente indicato per le piccole e medie imprese italiane e ha un basso TCO e un prezzo aggressivo.

Quando si parla di soluzioni per la gestione dei codici a barre è facile pensare a Zebra Technologies, uno dei leader mondiali di questo settore. L’azienda ha infatti un catalogo molto ampio che comprende tablet, scanner e stampanti, catalogo che finora si rivolgeva principalmente alle aziende medio alte.
Per soddisfare le esigenze delle PMI, realtà che sono la maggioranza del tessuto industriale del nostro paese, Zebra ha presentato il TC20, un palmare rugged dal prezzo molto aggressivo.
zebra tc20

Ugo Mastracchio, Sales Engineer Manager di Zebra Technologies Italy, ha sottolineato che “si tratta di un prodotto rivolto principalmente alle PMI di settori quali il retail e l’hospitality. La sfida che vogliamo vincere è quella di offrire un dispositivo con la qualità e valore aggiunto dei prodotti Zebra, ma con un basso TCO e un prezzo che consenta di acquisire tecnologia anche alla piccola e media impresa. Si parla infatti di una versione base che costa circa 400 euro. Lanciamo oggi la versione WiFi ma sarà disponibile successivamente anche una soluzione LTE”.
mastracchio zebra
Tra le caratteristiche più interessanti ricordiamo il processore Snapdragon 430 MSM8937, un chip a otto core con architettura ARM a 64 bit, 2 GByte di RAM e 16 di memoria flash. Ricordiamo inoltre il touchscreen da 4,3 pollici basato su Corning Gorilla Glass con risoluzione WVGA, il lettore per codici a barre 1D/2D e la possibilità di gestire RFID.
Il sistema operativo utilizzato è la versione 7 Nougat di Android, versione presente sugli smartphone e i tablet di ultima generazione. Grazie a questa caratteristica l’utente sarà in grado di utilizzare immediatamente il palmare. Molto comoda l’app che consente di effettuare comunicazioni vocali bidirezionali.
Parlando del software, Ugo Mastracchio ha ricordato che “chi sviluppa software non deve avere conoscenze particolari per interfacciarsi con il lettore di codici a barre. Su questo terminale gira infatti l’ultima versione di Android ed è possibile far interagire le app con il lettore di codici a barre senza doversi appoggiare a delle librerie proprietarie di Zebra. Sopra ad Android troviamo inoltre un layer software sviluppato per facilitare l’utilizzo del prodotto”.
Per aiutare le aziende nell’installazione di applicazioni legacy è possibile gestire dei market place privati da cui l’utente può scaricare solo quelle consentite. Per facilitare la messa in produzione di un nuovo device il reparto IT può sviluppare delle procedure automatiche da attivare leggendo un unico codice a barre. Per quanto riguarda la sicurezza, Ugo Mastracchio ha precisato che “abbiamo un nuovo servizio denominato Lifeguard, che garantisce il rilascio con cadenza perlomeno mensile di una patch di sicurezza durante tutto il ciclo di vita del prodotto che è di 3+3 anni garantiti. Ci impegniamo infatti a tenere a listino un prodotto per almeno tre anni dopo il rilascio e a garantirne la manutenzione per altri tre anni a partire dalla data di fine vita. Oggi questo dispositivo nasce con Android 7 ma siamo già pronti a supportare Oreo e la versione successiva”.
zebra tastiera
Dal punto di vista della protezione fisica il TC20 possiede una certificazione IP54 e resiste a cadute da 1,20 metri.
Per quanto riguarda l’autonomia, la batteria integrata nel device consente un utilizzo di circa otto ore ma è possibile prolungarla grazie a un apposito power pack che ricaricare il dispositivo anche durante l’uso. Tra gli altri add-on disponibili ricordiamo un cinturino per la mano, una fondina da cintura e un’impugnatura snap-on con grilletto.
Infine, per quanto riguarda la distribuzione, Ugo Mastracchio ha sottolineato che “Il TC20 sarà commercializzato esclusivamente tramite canale. Come distributori nazionali ci affidiamo a Computer Gross, Esprinet e Ingram Micro e distributori specializzati come Dacom e Diode, un’azienda spagnola presente anche in Italia”.





Per quanto riguarda l’autonomia, la batteria integrata nell’apparecchio consente un utilizzo di circa otto ore ma è possibile prolungarla grazie a un apposito power pack che ricaricare il dispositivo anche durante l’uso. Tra gli altri add-on disponibili ricordiamo un cinturino per la mano, una fondina da cintura e un’impugnatura snap-on con grilletto. Per quanto riguarda la distribuzione, Ugo Mastracchio ci ha assicurato che “il TC20 sarà venduto esclusivamente tramite canale. Abbiamo dei distributori nazionali come Ingram Micro, Esprinet, Computer Gross, e dei distributori di nicchia come Dacom e Diode, un’azienda spagnola presente anche in Italia”.

Categorie: Prodotti

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota