Fujitsu Lifebook S935, l'ultrabook camaleonte (TEST)

Pubblicato il: 20/04/2015
Autore: Ernesto Sagramoso

Tanta tecnologia e sicurezza nel nuovo Ultrabook Fujitsu, basato sull’ultima generazione dei processori Intel, e disponibile in varie configurazioni. La sicurezza dei dati è garantita da differenti opzioni.

Il mondo dei portatili è in continua evoluzione, specialmente per quanto riguarda gli ultrabook. Questi prodotti devono infatti contrastare il successo sia dei tablet con Windows 8, sempre più potenti e compatti, sia dei cosiddetti 2 in 1,ultraleggeri con tastiera separabile.
Lifebook S935 di Fujitsu ha tutte le armi per primeggiare, prima tra tutte la possibilità di essere configurato in funzione delle esigenze del cliente.
Il modello da noi testato, basato su un Core i7 5600U di quinta generazione, utilizza un disco allo stato solido e un masterizzatore per Dvd, il tutto con un peso di poco superiore al chilo e mezzo.
fujitsu-lifebook-s935.jpgQuesto ultrabook è caratterizzato da un’estetica bicolore, nero l’esterno e grigio metallizzato l’interno. I pulsanti a isola della tastiera risultano facilmente identificabili e garantiscono un funzionamento preciso e silenzioso. Grazie al tasto “Fn” è possibile compiere velocemente alcune operazioni come lo spegnimento dei circuiti della scheda wireless, azione che si traduce in un minor consumo energetico e quindi in una maggior autonomia. Il video, con una diagonale di 13,3 pollici, può essere scelto tra quattro tipi che differiscono per la sensibilità al tocco, il rivestimento antiriflesso e la risoluzione che varia da 2.560x1.440 (WQHD) a 1.920x1.080 (Full HD).
Considerata la classe del Lifebook è consigliabile optare per il touchscreen (a breve dovrebbe essere disponibile anche con trattamento antiriflesso), mentre la massima risoluzione è utile principalmente quando si lavora con applicazioni di grafica avanzata o video editing. Ricordiamo che sono presenti anche le porte Vga Hdmi che consentono di collegare un monitor opzionale o un videoproiettore. Inoltre è presente una videocamera HD a standard 720pche, insieme ai due microfoni che la circondano, consente l’utilizzo di programmi di videoconferenza come Skype oppure di effettuare registrazioni con audio stereo e sono presenti due piccoli altoparlanti e le classiche prese mini jack per il microfono e i diffusori esterni.

Tanta sicurezza
Come per altri modelli Fujitsu, questo Lifebook è disponibile con lettore sia per impronte digitali sia per il palmo della mano. Si tratta di opzioni molto importanti per un portatile che potrebbe contenere informazioni critiche per l’azienda, poiché rafforzano sensibilmente la sicurezza e in più velocizzano l’autenticazione dell’utente. Grazie all’apposito software di gestione, è possibile decidere se richiedere la lettura biometrica prima del boot, dell’attivazione del sistema operativo e anche quando la macchina passa in standby per l’assenza prolungata dell’operatore. Parlando sempre di sicurezza, questo modello adotta la funzionalità Advanced Theft Protection (ATP) che consente di localizzarlo e, in caso di necessità (per esempio dopo un furto), cancellare i dati da remoto.
fujitsu-lettore-impronte.jpgIl lettore per impronte digitali consente un accesso veloce e sicuro al portatile
Sempre tramite ATP si è in grado di bloccare il computer se non si collega a un determinato server con una cadenza programmata. Questo ultrabook è dotato anche di un lettore per flash memory e uno per Smart Card. Quest’ultimo può essere utilizzato ad esempio per gestire gli accessi oppure insieme alle soluzioni per la firma digitale. Per evitare furti è presente una presa per il Kensington Lock Cable (disponibile come accessorio), un robusto cavo di acciaio da collegare alla scrivania mentre grazie al vano Modular bay, posto sul lato destro, è possibile aggiungere un masterizzatore Dvd/Blu-ray oppure una seconda batteria.

Caratteristiche tecniche
Come già accennato, il Lifebook S935 adotta la quinta generazione dei microprocessori Core di Intel sviluppata per questa categoria di elaboratori, e più precisamente il Core i7 5600U oppure il Core i5 5200U/5300U. Si tratta di Cpu a doppio core con tecnologia Hyper-Threading che vengono viste dal sistema operativo come quattro microprocessori separati. La frequenza base del Core i7 è di 2,6 GHz, frequenza che può raggiungere i 3,2 GHz nelle situazioni di maggior stress grazie alla Turbo Boost technology 2.0. Per quanto riguarda la memoria Ram, sulla piastra madre è inserito un banco da 4 GByte mentre è disponibile uno slot di espansione che accetta moduli DDR3 PC3-12800 da 2, 4 e 8 GB che consentono di raggiungere i 12 GB, quantità di memoria più che sufficiente per la maggior parte delle applicazioni. Con questi microprocessori debuttano anche i nuovi controller grafici Intel, denominati HD Graphics 5500 & 6000 e Iris Graphics 6000 (il Lifebook S935 monta l’HD Graphics 5500). Si tratta di sottosistemi inseriti direttamente nel die della Cpu (occupano circa i due terzi della superficie globale), in grado di garantire prestazioni sensibilmente superiori rispetto alla generazione precedente. Molto comoda la possibilità di gestire fino a tre monitor.
Per quanto riguarda lo storage è possibile scegliere tra una tradizionale unità magnetica da 1 TByte, un SSHD da 500 GB con 8 GB di cache o un disco allo stato solido con capacità massima di 512 GByte. Il nostro esemplare è dotato di un veloce SSD THNSNJ HG6 da 256 GB di Toshiba, azienda molto attiva in questo settore che utilizza flash memory di propria produzione. È importante ricordare che è possibile attivare la crittografia hardware dei dati su disco per impedire la lettura di qualsiasi file quando non si conoscono le corrette credenziali.

Connettività
Novità anche sotto questo profilo, poiché Fujitsu adotta il modulo dual band AC 7265 di Intel che gestisce tutte le versioni del protocollo Wireless 802.11, compresa la più recente “ac” e il Bluetooth 4.0. Questa scheda offre prestazioni migliori, è meno esigente di energia ed è compatibile con lo standard Microsoft InstantGo. Troviamo anche la classica interfaccia Ethernet 10/100/1.000 per il collegamento cablato alla rete. È inoltre disponibile un modulo 3G/4G per l’accesso a Internet tramite rete cellulare ad alta velocità, opzione utile quando non si può sfruttare la funzionalità di tethering offerta dai moderni smartphone.

Port Replicator
Nonostante la diffusione delle periferiche wireless questo accessorio è sempre estremamente comodo, specialmente per chi utilizza il portatile come unico computer. Infatti, quando si è in ufficio non è necessario perdere tempo nel collegare il monitor, il mouse e le altre periferiche poiché basta inserire il Lifebook nel Port Replicator per attivare in un colpo solo tutti i collegamenti. In questo caso vengono aggiunte quattro porte Usb 3.0, duplicata quella Ethernet e quelle per il video esterno. Abbiamo parlato al plurale poiché sono disponibili tre interfacce: Display Port, Dvi e Vga. Infine il Port Replicator è anche in grado di caricare automaticamente le batterie dal comuter.
port-replicator-fujitsu.jpg
Conclusioni
Fujitsu Lifebook S935, che può essere richiesto con windows 8.1 oppure Windows 7, è risultato molto robusto e funzionale da utilizzare. In mobilità se ne apprezzerà sicuramente la leggerezza e il touchscreen che evita di sfruttare il touchpad, dispositivo scomodo quando si deve lavorare con un appoggio precario. Utile il Port Replicator, che in un colpo solo consente di connettere tutte le periferiche e di caricare la batteria.
Ricordiamo che i prodotti Fujitsu sono distribuiti in Italia da Esprinet, Ingram Micro, Computer Gross e SNT.
Pro:
  • Modularità
  • CPU di quinta generazione
  • Lettore di impronte digitali
  • Port Replicator
Contro:
  • Display non antiriflesso in alcune configurazioni

Categorie: Prodotti

Tag: Hardware

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota