HP Officejet Pro X576dw MFP, il multifunzione basato sulla tecnologia tecnologia PageWide (TEST)

Pubblicato il: 20/04/2015
Autore: Ernesto Sagramoso

La multifunzione Inkjet di HP utilizza la nuova tecnologia PageWide che riunisce i lati positivi delle inkjet e delle laser. Offre infatti una velocità che varia dalle 42 alle 70 ppm in funzione del tipo di documento e un abbattimento del costo copia fino al 50% rispetto alle periferiche con tecnologia ottica di pari categoria.

Quando si parla di multifunzione per le PMI si pensa solitamente a soluzioni laser con una elevata velocità, mentre sono disponibili modelli a getto d’inchiostro, come il modello Pro X576dw di HP oggetto di questa prova, paragonabili se non superiori a molte periferiche con tecnologia ottica.
Le dimensioni di questa soluzione HP non sono sicuramente contenute ma riflettono le potenzialità offerte. La meccanica è in grado di lavorare automaticamente in fronte/retro ed è progettata per un volume mensile consigliato di 4.200 stampe (75.000 massimo).
hp-officejet-pro-x576dw.jpgLo scanner, capace di leggere fino a 20 pagine al minuto in bianco/nero e 15 a colori, grazie a una risoluzione ottica di 1.200x1.200 dpi e una profondità colore di 24 bit può gestire immagini fotografiche in alta definizione. Da segnalare inoltre la compatibilità con il formato legale, il supporto per l’alimentatore automatico dei fogli anche in fronte/retro e la possibilità di memorizzare i file su chiavetta, in una cartella di rete condivisa oppure di inviarli direttamente tramite email.
La sezione fotocopiatrice presenta un alimentatore a foglio singolo che consente di elaborare documenti con una velocità di 42 ppm. È possibile impostare fino a 99 copie (il range dello zoom è di 25-400%) e copiare automaticamente in fronte/retro.
Per l’alimentazione della carta è disponibile un contenitore da 500 fogli A4 affiancato da un vassoio a foglio singolo da 50 unità da utilizzare anche per le buste e i supporti speciali come il cartoncino. Il vano di raccolta può contenere fino a 300 fogli ed è disponibile un secondo cassetto opzionale che raddoppia l’autonomia della macchina.
Comodo anche lo sportellino motorizzato che chiude automaticamente la fessura di uscita in caso di inattività prolungata. Il fax, che lavora a 33,6 kbps con una risoluzione massima di 300 dpi, è in grado di trasmettere documenti a colori e può essere utilizzato anche con il computer tramite il software in dotazione.
Inoltre, il pannello di controllo, molto semplice e intuitivo, si basa su un touchscreen a colori orientabile da 4,3 pollici di diagonale. Alla sua sinistra troviamo una porta per memorizzare i file direttamente su chiavetta o per stampare senza PC. In questo modo l’utente può gestire in tutta sicurezza il materiale riservato.
hp-pannello-di-controllo.jpg
Il pannello di controllo è basato su un display a colori di tipo touch

Per quanto riguarda i collegamenti, oltre alla presa telefonica troviamo l’interfaccia USB 2.0, utile principalmente per la configurazione iniziale, quella Gigabit Ethernet e l’interfaccia WiFi a standard 802.11b/g/n.

[tit:La tecnologia PageWide unisce il meglio delle inkjet e delle laser]
Il lato sicuramente più interessante di questa multifunzione è la tecnologia PageWide che riunisce i lati positivi delle inkjet e delle laser. Offre infatti una velocità che varia dalle 42 alle 70 ppm in funzione del tipo di documento e un abbattimento del costo copia fino al 50% rispetto alle periferiche con tecnologia ottica di pari categoria.
Per ottenere questi risultati HP ha sviluppato una testina larga quanta un foglio A4, formata da dieci chip Thermal Inkjet, denominati “die”, che contengono 1.056 ugelli per ciascuno dei quattro colori base (con una risoluzione orizzontale di 1.200 dpi), per un totale di 4.224 ugelli per unità e 42.240 per l’intera testina.
Ogni die è dotato dei circuiti integrati necessari all’elaborazione dei dati e al controllo degli inchiostri. Questa soluzione, senza parti in movimento, consente un incremento delle prestazioni e una precisione di stampa costante nel tempo. In più, grazie a dei sensori ottici, vengono testate periodicamente le prestazioni di tutti gli ugelli in modo da rilevare e correggere eventuali problemi.
Il sensore misura le singole gocce d’inchiostro e rimpiazza gli ugelli non conformi alle specifiche con altri che funzionano correttamente. Il controller utilizza un microprocessore a 792 MHz con 768 MB di memoria dedicata, è compatibile PCL5c 6, PCL6 5 ed emula il PostScript livello 3. Per evitare inceppamenti e utilizzare supporti speciali, il percorso della carta è stato semplificato. In pratica il foglio viene estratto dal cassetto, passa sotto la testina di stampa e viene deposto capovolto nel vano di raccolta.

[tit:Semplice nell'utilizzo]
Per rendere operativo il multifunzione si devono compiere poche operazioni. Dopo aver inserito le cartucce d’inchiostro fornite di serie basta attendere che la macchina esegua le operazioni di test e di allineamento delle testine. Nel caso si desideri collegarla tramite WiFi bisogna utilizzare il pannello di controllo, andare nella sezione configurazione, scegliere la rete da gestire e digitare la password oppure sfruttare la funzione WPS (Wi-Fi Protected Setup) del router. Se i client hanno Windows 8 basta cercare la periferica sulla rete e sfruttare il drive PCL 6 del sistema operativo per poter lavorare subito. È inoltre possibile configurare la macchina per mezzo del software fornito su CD.
hp-interfacce.jpgSul retro si nota la presa di rete Ethernet, quella telefonica e le due USB, una per il collegamento al computer e l’altra per un dispositivo di memorizzazione esterno
Quest’ultimo guida l’utente nella registrazione necessaria per sfruttare le opzioni per la stampa mobile (HP ePrint) e installa I.R.I.S., un OCR che permette ditrasformare un documento cartaceo in un file editabile con un programma di elaborazione testi come Word.

[tit:Conclusioni]
HP Officejet Pro X576dw ha tutte le carte in regola per soddisfare le esigenze di una PMI o di un gruppo di lavoro di una corporation. Offre un’elevata velocità di stampa, un’ottima qualità anche con immagini fotografiche e un costo copia contenuto.
Ricordiamo che, oltre a essere compatibile con Windows, Mac OS e Linux, può essere utilizzato anche tramite smartphone o tablet grazie a ePrint e alle applicazioni come Google Mobile cloud e Apple AirPrint.
Le cartucce di inchiostro sono disponibili con capacità sia standard sia XL, in grado di stampare fino a 9.200 pagine in nero e 6.600 a colori. Il costo copia con le prime è di circa 0,028 euro mentre con le seconde, molto più convenienti, è di 0,011 euro in bianco/nero e 0,015 a colori (valori misurati seguendo lo standard ISO/IEC 24711).
hp-cartucce.jpgQuesto modello utilizza delle tanichette d’inchiostro estremamente capienti
Infine il prezzo di listino di questo multifunzione HP è di 696,64 IVA esclusa.

[tit:Pro & Contro]
Pro
  • Velocità di stampa
  • Basso costo copia
  • Autonomia elevata
Contro
  • Dimensioni elevate

Categorie: Prodotti

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social