Epson automatizza il punto vendita

Pubblicato il: 24/03/2015
Autore: Ernesto Sagramoso

I consumatori italiani vogliono meno code alle casse, presenza di postazioni self service e possibilità di pagare lontano dalle casse.

Le esigenze dei clienti che frequentano i negozi tradizionali stanno mutando velocemente, sull’onda del successo degli store online.
Epson, pioniere nello sviluppo di soluzioni cloud dedicate al mercato retail, per capire meglio questa evoluzione ha commissionato una ricerca in Italia, Gran Bretagna, Germania, Francia e Spagna che ha coinvolto 5.000 persone (il campione era composto da donne e uomini con età compresa tra i 18 e gli oltre 50 anni).
Per quanto riguarda i fattori che influenzano il giudizio sul brand, il 59% degli intervistati ritiene che la competenza degli addetti sia quello più importante, seguito dalla velocità dei pagamenti, dall’assenza di lunghe code alle casse, dalla presenza di postazioni self service e dalla possibilità di pagare lontano dalle casse.
Per quanto riguarda l’Italia, ai primi 3 posti sono risultati: postazioni self service per ricerche online e ordini, pagamenti rapidi e addetti alle vendite competenti.
Parlando specificatamente del problema delle attese alla cassa, la ricerca ha evidenziato come la pazienza del 42% dei consumatori sia direttamente proporzionale al valore del prodotto, mentre il 28% è propenso alle attese solo se ha già dedicato molto tempo nella scelta dell’articolo.
In tema di pagamenti in mobilità, alla portata di tutti i possessori di uno smartphone, il 42% del campione vorrebbe usare questa opzione anche presso il negozio, percentuale che raggiunge il 66% in Italia.
epson-coda-alle-casse.jpgIl 42% degli intervistati ritiene che il valore dell’articolo influenzi la decisione di affrontare una coda alla cassa
Le motivazioni principali sono la rapidità, l’assenza dei contanti e la comodità. Come dimostra questa ricerca, il settore retail è alla vigilia di grandi cambiamenti tecnologici atti a migliorare l’esperienza d’acquisto dei clienti.
Tra le aziende che hanno già imboccato la nuova strada ricordiamo Sephora, una catena di profumerie con oltre 750 punti vendita in 17 Paesi. Il negozio di Corso Vittorio Emanuele a Milano già da tempo adotta una soluzione specifica per il supporto alle vendite. Al piano terra sono state installate due “postazioni” equipaggiate con stampanti POS della gamma Intelligent Epson, sistemi che sfruttano la tecnologia cloud per stampare scontrini ed etichette direttamente da tablet e da altri dispositivi mobili.
Inoltre il personale addetto alla vendita è dotato di 8 iPod touch connessi alle due postazioni tramite rete wi-fi, su cui gira un software proprietario. Tramite gli iPod, i commessi effettuano la scansione dei codici a barre dei prodotti e inviano quindi le informazioni al Sistema Cassa mobile Intelligent Epson, dove il cliente paga in modo del tutto autonomo tramite bancomat, carta di credito o gift card, e riceve il tradizionale scontrino cartaceo.
Esperienze analoghe sono attive presso Original Marines, una realtà italiana leader nell’abbigliamento casual e sportivo con oltre 600 negozi e Bisbigli, azienda di Casale Monferrato specializzata in intimo, mare e pigiameria.

Categorie: Retail corner

Tag: Analisi

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota